Stash indagato per ricettazione, ora parla il suo avvocato

Ha subito sollevato un polverone mediatico l’ultima notizia su Stash. Il frontman dei The Kolors e giudice di Amici nel corso dell’ultima fortunata edizione del talent di Maria De Filippi, è stato indagato per ricettazione nell’ambito del filone d’inchiesta sul quale sta lavorando il pm di Milano Giovanni Polizzi scaturito a partite dal caso di Sonia Caparezzi, 46enne condannata a 1 anno e sei mesi per avere sottratto alla società Air Protech di Magenta, nella quale era impiegata come contabile, 3 milioni di euro.

Il cantante, all’anagrafe Antonio Fiordispino, sarebbe legato alla donna da un rapporto di amicizia. Nel dettaglio, Stash è finito nell’indagine aperta dal pm per il noleggio di due automobili, una Ferrari e una Maserati, che sarebbe stato pagato da conti riconducibili alla società.

Stash indagato per ricettazione: parla l’avvocato


In poche ore notizia dell’indagine che lo vede coinvolto è rimbalzata ovunque ma per il momento il cantante non ha replicato direttamente. E nemmeno la compagna e mamma di sua figlia Giulia Belmonte, che in generale è particolarmente attiva sui social network, ha fatto riferimento alla vicenda. Ma ora ci ha pensato il legale di Stash a fare chiarezza.



L’avvocato che rappresenta il cantante ed ex allievo di Amici rigetta ogni accusa e fa sapere che il suo assistito sarebbe “del tutto all’oscuro delle varie attività illecite di Sonia Carapezzi”. Il legale sostiene inoltre che il suo assistito non fosse al corrente che le auto per le quali aveva sottoscritto un contratto di noleggio fossero state pagate con i fondi sottratti alla società della quale la 46enne era contabile.

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da THE KOLORS (@thekolors_stash)

“Il cantante sarebbe indagato per ricettazione, avendo sottoscritto contratti per il noleggio di due Ferrari e una Maserati, pagate da conti riconducibili alla stessa Air Protech di Magenta. Una accusa questa che viene rigettata dal legale del cantante, il quale afferma che il 31enne sia completamente all’oscuro delle attività illecite dell’amica e che soprattutto le auto noleggiate venissero pagate con fondi sottratti dalla donna alla ditta in cui era contabile”, si legge su Il Giorno.

Pubblicato il alle ore 09:50 Ultima modifica il alle ore 09:51 Tag