Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di

“Si devono vergognare”. Il matrimonio vip tra conduttrice e calciatore finisce male, l’ira del sindaco

  • Gossip

Il giorno del matrimonio si ricorda per tutta la vita, ma, nel caso di Daniele Rugani e Michela Persico, anche altri motivi renderanno indimenticabile il giorno del grande passo. Le nozze tra il difensore della Juventus, 30 anni a luglio, e l’influencer e giornalista sportiva 33enne, sono state movimentate da un imprevisto che di certo non si aspettavano.

Le nozze sono state celebrate nella giornata di ieri nella Chiesa di San Carlo Borromeo, in piazza San Carlo a Torino prima della cena e i festeggiamenti di rito al Castello di Montaldo Torinese, a 18 chilometri dal capoluogo piemontese. Ed è qui che si è scatenata la festa, la stessa festa che ha fatto infuriare il sindaco del paesino.

Leggi anche: “Altra svolta”. Chiara Ferragni, incubo già finito: nuova vita e nuovo lavoro dopo i guai

La sontuosa cerimonia

Tantissimi gli ospiti vip che hanno partecipato alle nozze, a partire da una nutritissima rappresentanza di calciatori della Juventus. E mentre i neo sposi, già genitori di Tommaso, nato nel 2020, vivono il primo giorno da sposini sono arrivate le lamentele del sindaco della cittadina alle porte di Torino, Sergio Gaiotti. Il sindaco del paesino di Montaldo Torinese, appena 732 abitanti, che ospita il castello ove si è tenuto il banchetto nuziale, ha raccontato all’Ansa quanto accaduto durante la notte: “Si devono vergognare”, ha anche detto. Vediamo di capirne le ragioni.


Il post del sindaco

Affidiamoci, dunque, alle parole dello stesso primo cittadino, in un post su Facebook rivolto agli altri 731 residenti di Montaldo Torinese: “A seguito numerose segnalazioni che periodicamente ricevo in merito agli schiamazzi notturni provenienti dal Castello, doverosamente ho informato della questione il comandante dei Carabinieri di Chieri il Tenente Colonnello Vincenzo Bertè che è stato chiarissimo: i cittadini devono esclusivamente chiamare il 112 segnalando il tutto”.

“Devono vergognarsi”

Sergio Gaiotti, dunque, ha deciso di agire segnalando quanto accaduto alla polizia locale. E, nelle altre dichiarazioni, è ancora più netto: “Devono vergognarsi per come si sono comportati – nelle parole del sindaco, contattato dall’Ansa – Il fatto che si trattasse di festeggiare il matrimonio di un calciatore della Juventus non li giustifica. Non c’è stato alcun rispetto per il nostro bel paese. Possono venire a Montaldo quando vogliono. Sono liberi di farlo ma per quanto mi riguarda sono ospiti sgraditi“.

Una festa troppo rumorosa

Ma non è finita qui. Alla stessa agenzia di stampa, il sindaco di Montaldo Torinese ha ribadito: “Sono stato letteralmente bombardato per tutta la notte dalle telefonate dei miei concittadini che si lamentavano per il gran baccano che proveniva dal Castello – nel suo racconto – Urla, schiamazzi, musica ad altissimo volume fino alle 4 del mattino. Non si sono curati dell’ordinanza che c’è dal 2017 sulla quiete pubblica. Le lamentele degli abitanti di Montaldo sono più che giustificate”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Romiltec

©Caffeina Media s.r.l. 2024 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004