Rivoluzione Ikea, dopo anni anche per “lei” è arrivto il momento della pensione. Ecco che cosa non vedremo più negli store del colosso svedese

 

Per anni ci hanno accompagnato in ogni nostra visita da Ikea, il colosso svedese del fai da te, diffuso in tutto il mondo (e più di qualche volte al centro delle polemiche per alcuni pezzi risultati difettosi) e chiunque abbia mai fatto acquisti in un qualsiasi negozio della catena, a caccia di mobili o di altri oggetti per la casa, presto o tardi si è ritrovato in mano le buste blu che sono sinonimo dello shopping negli store della catena.

(continua dopo la foto)


{loadposition intext}

 

Capienti e di un blu elettrico, sono un piccolo classico, che da oggi tuttavia diventerà un pezzo d’antiquariato proprio come i pantaloni a zampa, gli smanicati jeans e la frizzina. Dopo molti anni infatti gli svedesi di Ikea hanno deciso per un restyling molto netto. Niente più borse blu, ma altrettanto capienti sostituti in grigio, bianco e verde, presentati dalla ideatrice Mette Hay in occasone del Democratic Design Day di Ikea, un evento che si è tenuto in Svezia lo scorso 8 giugno, nella cittadina di Almhult, dove quella che oggi è una multinazionale nacqua con ambizioni ben più modeste.

Per gli affezionati delle borse blu, l’unico consiglio possibile è quello di tenersi strette quelle che hanno già in casa. Da oggi troveranno soltanto i nuovi modelli. Forse più belli, di sicuro più moderni, molto meno iconici.

“Aiuto, sta morendo”. Attimi di paura all’Ikea, bambino soffoca mangiando le note polpette svedesi. Le urla della madre, poi un dipendente fa qualcosa di davvero sorprendente

Pubblicato il alle ore 10:15 Ultima modifica il alle ore 11:49