Eye Em: vendi le tue foto al miglior offerente

Scatta, condividi, vendi  potrebbe essere questo il motto della Eye Em che dal 2011, anno in cui è apparsa sul mercato come una delle tante start-up fotografiche in grado di combinare scatto e condivisione delle immagini, si è fatta spazio velocemente con un’idea destinata a stravolgere il mercato delle immagini. La prima piattaforma di condivisione e vendita di immagini realizzate con il telefono cellulare è nata grazie all’idea di Florian Meissner, oggi amministratore delegato della Eye Em, Lorenz Aschoff, Ramzi Rizk e Gen Sadakane. Insieme hanno sviluppato una app che, spiega Meissner, «porta appassionati e fotoamatori a un nuovo livello, distribuendo le loro immagini attraverso un mercato e dividendo con loro i proventi al 50%. La differenza con gli altri social network è evidente», Meissner, 29 anni, ha le idee chiare: «Non puoi comprare o vendere immagini su Facebook o Instagram. Con EyeEm, invece, puoi scaricare gratuitamente l’app sul tuo telefono, scattare, condividere e proporre le immagini che vorresti distribuire attraverso l’EyeEm Market: noi le selezioniamo, le distribuiamo e ti aiutiamo a guadagnare dei soldi». In più, sottolinea «c’è una fondamentale differenza di approccio: la promessa che abbiamo fatto alla nostra community è di non toccare mai né le foto né i dati personali senza il consenso degli autori, unici titolari dei diritti dell’immagine». Con clienti come Lufthansa e Red Bull e una comunità che cresce al ritmo di un milione di download al mese, il sistema EyeEm ha attirato l’attenzione di Getty, agenzia leader nella diffusione globale di immagini, con cui EyeEm ha da poco firmato un accordo di distribuzione. «Aziende e giornali sono stanchi di pubblicare immagini artificiali e generiche create in serie per le agenzie di stock – spiega Meissner –  Noi proponiamo contenuti interessanti, freschi, reali»