Pokémon Go, è allarme: non fate quell’aggiornamento! Centinaia di utenti sono rimasti “fregati”. Sulla pagina ufficiale del gioco appare un comunicato per spiegare. Ecco cosa è successo… E voi l’avete fatto?

 

Ci siete “cascati” anche voi? Centinaia di utenti di Pokémon Go dopo aver aggiornato l’applicazione si sono visti resettare il gioco e cancellare i progressi fatti in almeno tre settimane di “duro lavoro” e di camminate per la città alla ricerca dei minuscoli esserini. Un ritorno al livello di partenza che non è piaciuto e che ha portato molti fans a sfogarsi sui social network: “Sono tornato all’inizio – scrive un utente su Twitter – ho perso tutto ciò che ho investito in questo gioco”. Se la febbre Pokémon Go non accenna a spegnersi, il rischio di isteria collettiva dovuto al reset dei progressi è sempre più reale.

Per questo Niantic Inc. ha voluto rassicurare tutti i giocatori attraverso la pagina Facebook dell’applicazione: “Abbiamo saputo che alcuni utenti iOS hanno avuto problemi. Sappiate però che i vostri progressi non verranno persi. Rimarranno al sicuro e intatti”.


(Continua a leggere dopo il post)

 

{loadposition intext}

Come riporta l’Huffingtonpost il post rimanda poi ad una pagina di supporto, nella quale viene illustrato il modo più adatto per risolvere l’inconveniente. Insomma, l’incubo di molti non sembra ancora destinato a diventare realtà. L’aggiornamento consente di connettere automaticamente l’applicazione all’account Google o a quello che viene utilizzato per la navigazione con Safari. Se, in precedenza, era utilizzato un altro tipo di account per giocare, quando si accederà all’applicazione, sembrerà come di iniziare un gioco nuovo, da zero. Per risolvere il problema, basta fare il log-out da Google e tornare ad utilizzare l’applicazione con l’account che si utilizzava prima. Tutti i progressi e i livelli raggiunti dovrebbero essere lì, ad aspettare il giocatore di turno.

(Continua a leggere dopo la foto)

Oltre a creare scompiglio, l’aggiornamento ha introdotto alcune novità: c’è, ad esempio, la possibilità di personalizzare l’avatar anche a gioco iniziato e sono stati modificati, indeboliti o potenziati, i valori degli attacchi di alcuni Pokémon. La funzione “Pokémon nei dintorni”, che segnalava a che distanza dal giocatore si trovavano i Pokémon (indicata con una, due o tre impronte) e che non funzionava (visto che segnava tutti i Pokémon alla distanza di tre passi), non è però ancora stata perfezionata: con l’aggiornamento 0.31.0 sono state eliminate del tutto le impronte (o passi), eliminando la possibilità di cercare un Pokémon basandosi sulla distanza a cui si trova dal giocatore. Salvo brutte sorprese, per ulteriori novità i giocatori potranno sperare nel prossimo update.

 

Ti potrebbe interessare anche:  ‘’Stavo per investire uno zombie che giocava a Pokemon go!’’. Il volto noto della televisione italiana rischia di mettere sotto un fan del gioco del momento e racconta la brutta avventura sui social. Lo sfogo racimola oltre 8mila like

Pubblicato il alle ore 19:05 Ultima modifica il alle ore 11:32