Vai al contenuto
Questo sito contribuisce alla audience di
michelle hunziker

“Stai zitta, è meglio”. Michelle Hunziker, bufera dopo il commento sulla guerra in Ucraina

Michelle Hunziker in vacanza alle Maldive, la decisione dopo aver chiuso l’impegno con Michelle Impossible. La conduttrice insieme alle figlie Sole e Celeste per rilassarsi sotto il caldo sole di un vero e proprio paradiso tropicale. Nonostante un momento di meritato riposo, però, Michelle ha annunciato a tutti di provare un grande disagio. Ma non è finita qui. Ecco cosa è successo dopo l’appello della conduttrice.

“Mi sono svegliata con degli incubi. Sentivo piangere bambini, donne e uomini nel sonno. Provo disagio ad essere in vacanza, so che non posso cambiare le cose ma sento un senso d’impotenza. Penso a tutte le persone che in questo momento stanno fuggendo nelle infinite code per uscire dal Paese. Ho navigato su internet allo scopo di capire quali fossero i reali motivi che hanno portato a tutta questa violenza”, comunica ai fan su Instagram.

Michelle Hunziker messaggio vacanza Maldive attacco Selvaggia Lucarelli


“Risultato? Non esistono. Spero che in queste ore possano trovare un accordo per far finire questa guerra. Sono vicina con il cuore alle vittime di una violenza terrificante e incomprensibile” ha aggiunto la showgirl. E le parole di Michelle sono andate incontro ad alcune osservazioni sollevate da Selvaggia Lucarelli.

Michelle Hunziker messaggio vacanza Maldive attacco Selvaggia Lucarelli

“Vanno in vacanza alle Maldive – cosa che per giunta non ci disturberebbe – e si sentono in dovere di manifestare disagio per lo scollamento tra la loro vita e quella di chi sta sotto le bombe. Tranquilli, fatevi le vostre vacanze che Zelensky, se fate snorkeling tra i pesci pagliaccio, non si risente”.

Michelle Hunziker messaggio vacanza Maldive attacco Selvaggia Lucarelli
Michelle Hunziker messaggio vacanza Maldive attacco Selvaggia Lucarelli

Selvaggia poi aggiunge: “Che poi io ho sempre preferito chi va avanti a fare la sua vita e il suo lavoro, piuttosto che chi si sente in dovere di partecipare pubblicamente a un dolore collettivo perché pensa che faccia bene alla sua reputazione”.


Caffeina Logo Footer

Caffeina Magazine (Caffeina) è una testata giornalistica online.
Email: [email protected]

facebook instagram pinterest
powered by Rossotech

@Caffeina Media s.r.l. 2022 | Registrazione al Tribunale di Roma n. 45/2018 | P. IVA: 13524951004