Lutto per Vasco Rossi. Un addio molto doloroso e improvviso: “Eri un grande”

Lutto per Vasco Rossi. Il grandissimo cantante italiano ricorderà a lungo questo 17 febbraio del 2021 perché se n’è andata per sempre una figura davvero importante della sua vita personale e professionale. Non a caso, ha immediatamente espresso il suo pensiero subito dopo l’improvvisa scomparsa. Attraverso un post pubblicato sul social network Instagram, l’artista ha voluto esprimere tutto il suo dolore e la sua tristezza per una perdita enorme. Una persona molto vicina a lui.

Vasco Rossi non è solito esprimere sempre pareri personali in rete, anche se è molto seguito da innumerevoli follower. Stavolta è stato costretto a fare un’eccezione alla regola, visto che non poteva assolutamente rimanere in silenzio di fronte ad una morte così improvvisa e che gli ha arrecato un dolore lancinante. Siamo certi che i suoi fan non hanno fatto mancare attestati di vicinanza al ‘Blasco’, che avrà ricevuto una miriade di messaggi nella sezione direct. (Continua dopo la foto)


A perdere la vita a 62 anni è stato Efrem Raimondi, il suo fotografo. Quest’ultimo ha inoltre immortalato tantissime altre stelle del mondo dello spettacolo, della musica e dello sport. Infatti, tra i tanti che ha fotografato nella sua vita spiccano le figure di Alex Zanardi, Riccardo Muti, Monica Bellucci, Giovanni Soldini e Giulio Andreotti. Ma è stato in particolare Vasco Rossi ad averlo commemorato con un bellissimo post su Instagram, che ha commosso praticamente tutta la rete. (Continua dopo la foto)

Vasco Rossi ha scritto: “Se n’è andato un grande fotografo e un grande uomo. W Efrem Raimondi. W le sue fotografie spericolate”. Ha anche omaggiato Raimondi postando alcune immagini scattate proprio dal compianto fotografo. Nella sua vita professionale è stato in grado di essere un ritrattista, ha lavorato nel design ed ha messo a punto meravigliose monografie e campagne pubblicitarie. Inoltre, ha dato vita anche a mostre personali e a quelle collettive. Un personaggio indimenticabile. (Continua dopo la foto)

Efrem Raimondi era diventato un membro dell’Hasselblad Master Jury nel 2009. Nato a Legnano, in Lombardia, nel 1958, aveva iniziato a lavorare nel 1980 con un reportage sull’Irpinia colpita dal devastante terremoto. Poi dal 1983 aveva cominciato ad instaurare rapporti con riviste italiane e mondiali: ‘GQ’, Vanity Fair’, ‘Capital’, ‘Rolling Stone’ per citarne alcune. Ad ucciderlo è stato un improvviso attacco cardiaco.

Il selfie dell’attore in ospedale preoccupa tutti: si è sottoposto a un intervento