La chiamano “boyzilian” ed è una pratica nuova di zecca che sta spopolando tra gli uomini di tutte le età. Si sdraiano su un lettino, si tolgono gli slip e zac! La raccontano come una tortura che, alla fine, lascia una sensazione mai provata

 

Finora eravamo stati abituati a conoscere il cosiddetto “brazilian”, un rituale tutto al femminile che prevede la depilazione meticolosa della zona genitale così da eliminare ogni pelo superfluo e mostrarsi lisce e perfette. Poteva mancare una versione maschile di questa pratica? Ovviamente no, e gli utenti hanno anche subito trovato il giusto nomignolo per descriverla: “Boyzilian”, a sottolinearne la declinazione mascolina.

Un’operazione che consiste in una ceretta che coinvolge pene, testicoli e lato b e sul quale in tanti si interrogano.


(Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

In particolare, la domanda ricorrente è principalmente una, e non è difficile immaginare quale: “Ma quanto può far male una simile procedura?”. Per tentare di rispondere al quesito, ecco allora che la testata britannica Mirror ha invitato un proprio uomo a testarne personalmente gli effetti.

(Continua a leggere dopo la foto)

 

Il motivo per cui sempre più persone ricorrono al boyzilian? Un po’ per adeguarsi ai nuovi canoni estetici, fatti di maschi rigorosamente depilati, un po’ per motivi di igiene. Il giornalista inglese si è così recato in un centro estetico di Chelsea, a Londra, si è sdraiato sul lettino, dopo aver sborsato per il tutto una cifra vicina ai 100 euro.

(Continua a leggere dopo la foto)

A giudicare dal resoconto, non sono stati minuti di piacere: “Ci sono alcune zone più sensibili di altre. E durante la ceretta, un paio di volte mi è anche capitato di sanguinare – si legge nel report – e dopo tutto quel dolore, mi sono ritrovato con una sorta di pollo spennato tra le gambe e per diverse ore ho camminato a gambe larghe come John Wayne in un film western”. Insomma, una bocciatura totale. Anche se in tanti continuano a fare la fila per sottoporsi a questa piccola tortura.

“Sono depilato (all’inguine) ma vivo”. Ricoverato di nuovo in ospedale, manda un messaggio ai fan e rivela le sue condizioni. Cosa è successo al “big” italiano

Pubblicato il alle ore 16:21 Ultima modifica il alle ore 11:29