Guendalina Tavassi video aggressione ex marito Umberto D'Aponte

“Guardate cosa mi faceva”. Guendalina Tavassi mostra video e audio choc dell’ex marito

Guendalina Tavassi di nuovo aggredita. A dare la notizia è la stessa ex gieffina tramite il profilo Instagram dell’avvocato, perché come mostra nel filmato il suo smartphone è andato completamente distrutto durante l’aggressione da parte dell’ex marito Umberto D’Aponte.

Il loro matrimonio era arrivato al capolinea lo scorso marzo tra accuse e denunce, finite anche in questura, e un’altra aggressione nel mese di settembre, quando si era mostrata sui social con un occhio nero. L’immagine era stata pubblicata dalla figlia Gaia Nicolini: “A ridurre mia madre così, che schifo, vergogna”.

Guendalina Tavassi video aggressione ex marito Umberto D'Aponte

Guendalina Tavassi mostra video e audio choc dell’ex marito Umberto D’Aponte

“Non posso parlare al momento, sono ancora sconvolta, sto andando dalla polizia a fare la denuncia e devo parlare con il mio avvocato” aveva detto la Tavassi. “Ho vissuto momenti migliori, ma davvero non posso parlare fin quando non avrò concluso con denunce, querele, non posso dire dove è successo, chi è stato, ma vi ringrazio per avermi chiamata. Mi dispiace ma non posso dire nulla”.


Guendalina Tavassi video aggressione ex marito Umberto D'Aponte

Poi era saltato fuori il nome dell’ex marito Umberto D’Aponte e a un mese e mezzo di distanza c’è stata un’altra aggressione finita con una battaglia a colpi di storie Instagram e video choc. Il fatto è avvenuto nello studio legale dove i due si sono incontrati per mettersi d’accordo sul divorzio e la gestione dei figli. Ma c’è di più, dopo l’aggressione e il video pubblicato, Guendalina Tavassi è stata sommersa di critiche e quindi ha deciso di mostrare altri video registrati quando ancora era sposata con l’imprenditore. Guendalina Tavassi ha spiegato di non aver mai reso pubblica la situazione per tutelare i bambini ma oggi lancia un appello alle donne che subiscono violenza chiedendo loro di ribellarsi.

Poi mostra i video choc: “Ho passato una vita a registrare per la tutela dei miei bambini. In questo video dico: ‘Io per loro devo sempre stare zitta’ e mi rinchiudo dentro il bagno per 2 ore. Non mi devo vergognare, qualcuno deve tutelare le donne che subiscono queste violenze. Non mi vergogno di un ca*** di niente, si deve vergognare chi giudica una persona che sorride e dice cazz***!”. Mostrando il video in cui si sentono le urla di lei e quelle del marito fuori dalla porta dice “questa sono io nel bagno con lui fuori che viene fermato dalla sorella”.