“Il nostro giorno più bello”. Tra il calciatore e la fidanzata arriva finalmente il sì. Da un anno rimandavano le nozze

Nozze per il calciatore, la notizia allieta tutti i tifosi. La giovane coppia vola alle Maldive dopo il fatidico ‘si’. Dopo aver rimandato le nozze per ben sei volte, finalmente per Giovanni Simeone e Giulia Coppini il grande giorno è arrivato. Poi la romantica luna di miele. E anche i tifosi del Cagliari gioiscono insieme al loro.

Una cerimonia recensita e seguita nel dettaglio dal settimanale Chi. Hanno rimandato sei volte le nozze a causa del Covid, poi la notizia spopola sul web: “Un sì arrivato dopo un anno e mezzo, dopo averlo posticipato per ben sei volte e lo stavamo organizzando di nuovo, ma poi i nonni di Giovanni, che vivono in Argentina, erano in Europa e, allora, abbiamo deciso di fare subito il matrimonio civile”.

Giovanni Simeone Giulia Coppini matrimonio

E Giovanni Simeone ha poi aggiunto: “È stata una cosa magica, l’abbiamo organizzato da soli, ho cercato di trasmettere quello che provavo. La festa vera la faremo l’anno prossimo”. Un momento attesissimo fino a quando la sposa ha fatto il suo ingresso: “Quando ho visto arrivare Giulia con l’abito da sposa mi sono commosso. Non ho paura a dirlo, sono uno che libera le emozioni”.


Giovanni Simeone Giulia Coppini matrimonio

E al resoconto si uniscono anche le confessioni di Giulia, dettagliatissima sul momento della proposta: “Me l’ha chiesto due volte. La prima il 23 dicembre 2019 a Parigi, all’Arco di Trionfo, ma non aveva l’anello perché lo ha deciso lì, sul momento. Dopo un mese mi ha organizzato una sorpresa a casa con i fiori e i palloncini, quella è stata la proposta ufficiale”.

Giovanni Simeone Giulia Coppini matrimonio
Giovanni Simeone Giulia Coppini matrimonio

Dopo tre anni di fidanzamento, finalmente il loro amore può spiccare il volo. Ma il pensiero di Giovanni va anche a ‘lui’ ovvero Davide Astori, venuto a mancare quando Simeone aveva conosciuto da poco la futura moglie: “Quando Davide è mancato, giocavo nella Fiorentina con lui, avevo conosciuto Giulia da poco. Per me è stato un periodo buio e difficile. Davide è una persona che mi guida e mi aiuta a trovare il cammino, ogni volta che vedo il numero 13 penso a lui e sento che è con me. Quello che è successo mi ha fatto capire che Giulia è la persona per me: ero da solo, non c’era la mia famiglia. Ma mi è stata vicina, è stata la certezza più bella che ho trovato nel momento più brutto. Mi ha sostenuto in modo meraviglioso”.

Pubblicato il alle ore 13:10 Ultima modifica il alle ore 13:10