“Ecco perché l’ho fatto”. Francesco Chiofalo, la verità sui suoi discussi ritocchini

Francesco Chiofalo, la notizia arriva solo oggi. Sembra essere una decisione definitiva, quella presa nei riguardi della relazione con la modella Antonella Fiordelisi. Pochi mesi per tirare le somme e decidere sul futuro. Così la 23enne ha deciso non solo di dire addio alla sua città, Salerno, ma di continuare la sua vita, privata e professionale, nel capoluogo lombardo.

La verità è apparsa sulle pagine del settimanale Di Più. Una profondo senso di amarezza, esternato da Francesco Chiofalo che attraverso una lettera ha spiegato per filo e per segno alcuni dettagli sulla relazione intrapresa con la Fiordelisi. E colpisce sicuramente la confessione del 32enne, che senza troppi giri di parole ha spiegato il motivo che lo avrebbe spinto a fare ricorso alla chirurgia estetica.


Cosa a che fare questa decisione con Antonella? Forse tutto, perché da quanto espresso da Chiofalo, pare che abbia fatto tutto con l’unico semplice scopo di piacere alla modella. E i risultati del gesto sono abbastanza evidenti, dal ritocco al naso al trapianto di barba e capelli: “Antonella ha instillato in me profonde insicurezze”, ammette Francesco per poi aggiungere.

“Diceva che non le piacevano più il mio modo di parlare e di vestire e il mio aspetto fisico. Diceva che mi voleva più elegante, che dovevo ‘sfinare” il naso’, ingrandire le labbra, fare un trapianto di barba. E io, innamorato pazzo, mi sono fatto condizionare e ho iniziato a stravolgere il mio aspetto”. Francesco Chiofalo ha svuotato il sacco sui cambiamenti che, inoltre, hanno riguardato anche casa.

Ancora una volta, i cambiamenti sembrano essere stati fatti con l’intenzione di pensare a una vita condivisa insieme ad Antonella Fiordelisi. Una vera e propria convivenza che, nonostante i buoni propositi, non ha mai deciso di spiccare il volo. Ma al contempo, la ristrutturazione della propria abitazione romana era stata decisa proprio per amore di lei. Ha aggiunto qualcosa: “Penso che dietro queste critiche ci fosse l’influenza dei suoi genitori, che non hanno mai nascosto la loro antipatia nei miei confronti. Non mi vedevano alla sua altezza, mi consideravano troppo rozzo e forse l’hanno condizionata fino a spingerla a lasciarmi”. Arrivati, dunque, al capolinea. Ma sarà per sempre così?

“Tutto falso”. Carmen Russo e Enzo Paolo Turchi, quelle accuse terribili non le hanno mandate giù. E ora parlano