francesca neri malattia

“Ho pensato di farla finita”. Francesca Neri rompe il silenzio e svela la sua malattia

Claudio Amendola ha rilasciato una toccante intervista a Verissimo in cui ha parlato anche del calvario della moglie, Francesca Neri, che ha “dolori fisici enormi”. E ora, dopo anni di silenzio, l’attrice 57enne torna a parlare in pubblico sulle pagine del Corriere della Sera, dove svela anche la patologia di cui soffre. E fa anche una confessione scioccante quando dice di essere arrivata a meditare di farla finita.

“Ho accarezzato l’idea del suicidio – dice Francesca Neri – Ho passato mesi a giocare a burraco online di notte. Il mio lockdown è durato tre anni. E quando è arrivato per tutti, con la pandemia, sono stata meglio perché condividevo la situazione degli altri”. Uno dei volti più noti del cinema italiano soffre di cistite interstiziale, un disturbo che può essere anche piuttosto pesante e che colpisce la vescica e l’apparato urinario.

francesca neri malattia

Francesca Neri svela la sua malattia

“È durata tre anni la fase acuta, non ne sono fuori, non si guarisce – dice ancora Francesca Neri – impari a gestirla e a non provocarla in modo che non sia invalidante. I primi due anni, io che non credo ai social, sono stata in una chat di donne che soffrono questa patologia”. E ammette poi che starle accanto non è stato affatto semplice durante gli anni più delicati.


“È stato impossibile – continua l’attrice – volevo essere lasciata sola. Dovevo proteggere Claudio (Amendola, ndr) e Rocco, mio figlio, altrimenti non ce l’avrei fatta nemmeno io, che sono il capofamiglia che si occupa di tutto. Di fatto sono stata via per tre anni, però c’ero, ero lì in casa con loro, ed è la cosa più terribile”. Francesca Neri dice di aver provato di tutto: “Urologia, Agopuntura, ayurveda, nutropuntura, ozonoterapia. Fino al luminare che mi proponeva un massaggio intravaginale”.

E oggi non può dire di aver risolto, ma la situazione è in qualche modo sotto controllo. “Ho trovato un equilibrio, devo imparare a difenderlo. Ho cominciato a privarmi di cose che potevano scatenare una reazione. L’aria condizionata, il caldo, certi cibi. La vescica è una parete e se viene lesionata si creano ferite interiori. Le conosco bene, le ho anche nell’anima”, ha fatto sapere Francesca Neri che ha spiegato tutto nel libro “Come carne viva” in vendita da ottobre e aggiunge anche che il sostengo del marito è stato fondamentale.

Pubblicato il alle ore 11:22 Ultima modifica il alle ore 13:44