“Solo per nostra figlia Vittoria”. Francesca Fioretti, cosa succede a 3 anni dalla morte di Davide Astori

Francesca Fioretti torna a parlare di sé dopo la morte di Davide Astori. Era il 4 marzo del 2018 quando il calciatore è stato trovato privo di vita nella sua stanza d’albergo. Venuto a mancare a causa una tachiaritmia cardiaca prolungata, Astori è morto a soli 31 anni lasciando la moglie e la figlia. Un vuoto incolmabile nel cuore di tutti i tifosi e una vita da ricostruire, quella di Francesca.

Durante una lunga intervista rilasciata per Grazia, Francesca Fioretti ha raccontato la sua ‘rinascita’ dopo la dolorosa perdita. Impossibile lasciarsi alle spalle quel lutto, ma nel cuore della Fioretti, la forza e la necessità di doverlo fare per amore della figlia Vittoria, nata nel 2016: “Alleviare il dolore di mia figlia è stata la priorità”. Un percorso raccontato anche in un libro, “Io sono più amore”. (Continua a leggere dopo la foto).


L’attrice prosegue nel racconto: “L’ho portata nella stessa scuola fino alla fine dell’anno scolastico, volevo che crescesse nella normalità, anche se la condizione era tragica. Non ho modificato le sue abitudini, che sarebbero poi cambiate perché non avrebbe più visto il padre. Se fossi stata da sola forse sarei volata in India, chissà. Da un lato, forse, sarebbe stato più semplice. Ma da un altro lato sarebbe stata più dura, perché Vittoria è un motivo di vita. Il mio forte istinto materno mi ha resa più determinata a fare le cose bene per lei”. (Continua a leggere dopo la foto).

“Ho imparato a pensare prima a me che a mia figlia. In terapia insegnano che se la mamma è felice anche il figlio potrà esserlo. Altrimenti è dura per entrambi. All’inizio, quando al parco incontravo un papà con il figlio, temevo che Vittoria percepisse quell’assenza. La terapeuta mi ha spiegato che i bambini così piccoli non capiscono il dolore come gli adulti, siamo noi a rifletterlo su di loro. E a condizionarli”. (Continua a leggere dopo le foto e il post).

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Francesca Fioretti (@francesca_fioretti)

“Ero più apprensiva prima. Oggi voglio che mia figlia sia libera e indipendente perché ho capito che non possiamo decidere tutto della nostra vita: a mezzanotte scrivevo un messaggio al mio compagno e alle 9 del mattino non c’era più. Quando mi chiede: ‘Dov’è il mio papà?’, le dico di pensare a un posto bello, il più bello per lei. L’altro giorno mi ha risposto: ‘Il mare’. E io le ho detto che allora lui si trova lì. Anche se poi è sempre qui con noi”.

“Ora mi alzo e me ne vado!”. Piazzapulita, furia Matteo Bassetti. Corrado Formigli in difficoltà