“Finalmente, lo aspettavamo da anni”. Facebook, la novità che permetterà a tutti gli utenti di fare quello che non è mai stato possibile. Scrivere, condividere, commentare… niente sarà più come prima

 

Le reaction di Facebook, adesso possiamo dirlo, sono state una vera e propria “genialata” di Mark Zuckerberg e del suo team di esperti. Basti pensare che a un anno dal lancio, le nuove emoticon sono state utilizzate ben 300 miliardi di volte in tutto il mondo e tra queste è “love” la preferita (non avevamo dubbi, certo). Per il social network si tratta di un vero e proprio successo ma non vuole fermarsi qui. L’azienda di Menlo Park sta sperimentando nuovi metodi per permettere agli utenti di esprimersi e tra questi ci sarebbe anche il tanto discusso tasto “dislike” o “non mi piace”. TechCrunch ha riferito che Facebook sta testando la nuova Reaction insieme a un ristretto numero di utenti di Messenger. “Cerchiamo sempre nuove soluzioni per rendere Messenger più divertente e stimolante. – ha confermato lo stesso Facebook – Stiamo conducendo questo esperimento che permette agli utenti di esprimere meglio i propri sentimenti davanti ai messaggi”. In passato si è molto parlato della possibilità di aggiungere un tasto “non mi piace”. Il tam tam su Internet è stato tale che Facebook ha dovuto spiegare i motivi per cui questo tipo di novità sarebbe stata controproducente(Continua dopo la foto)


A quel tempo il CEO Mark Zuckerberg sottolineò che il “dislike” è portatore di un messaggio negativo e ciò sarebbe stato un male per la condivisione dei contenuti e per le pagine delle aziende. Successivamente il fondatore del social network ha aperto alla possibilità ma con una limitazione. Il “non mi piace” si sarebbe potuto utilizzare solamente per condividere la propria empatia nel caso di eventi drammatici o negativi.

(Continua dopo le foto)

{loadposition intext}

Oggi le cose sembrano essere cambiate nuovamente in quanto il tasto è stato sperimentato su Messenger ed è ovvio che in chat non si deve necessariamente discutere di argomenti tristi. Cosa succederà quindi riguardo le nostre bacheche, nessuno lo sa. I vertici dell’azienda potrebbero decidere di lasciare tutto com’è, oppure potrebbero giocarsi la carta del “non mi piace”, che di certo sarà ben apprezzata dagli utenti di tutto il mondo che la richiedono (da anni) a gran voce.

Ti potrebbe anche interessare:  “Violenza sessuale su Bebe Vio”. L’orrore corre su Facebook. Lo choc degli utenti, la reazione delle autorità. Cosa sta succedendo

Pubblicato il alle ore 15:19 Ultima modifica il alle ore 16:13