Enrico Nigiotti indagato. Guai giudiziari per il cantautore toscano: cosa è successo

Possibili guai giudiziari per il cantautore Enrico Nigiotti. Nella giornata di oggi, giovedì 18 giugno, i Carabinieri di Livorno hanno sgominato una presunta organizzazione criminale che era in grado di truffare le assicurazioni. In totale sono state dieci le persone tratte in arresto perché accusate di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona. Soggetti di spicco tra gli arrestati.

Possibili guai giudiziari per il cantautore Enrico Nigiotti. Nella giornata di oggi, giovedì 18 giugno, i Carabinieri di Livorno hanno sgominato una presunta organizzazione criminale che era in grado di truffare le assicurazioni. In totale sono state dieci le persone tratte in arresto perché accusate di associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona. Soggetti di spicco tra gli arrestati.

Infatti, figurano anche medici, avvocati ed un esperto informatico. L’artista toscano è invece iscritto nel registro degli indagati, insieme ad altre 88 persone. La Procura della Repubblica accuserebbe Nigiotti di “fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona”. Secondo quanto riporta il ‘Corriere.it’, avrebbe accettato di falsificare o modificare in concorso con altri individui la documentazione sanitaria di un incidente stradale. (Continua dopo la foto)


Dunque, l’assicurazione avrebbe pagato un risarcimento più alto di quanto effettivamente dovuto. L’operazione, denominata ‘Triade Sicura’, è giunta al termine di un’indagine durata più di 12 mesi. 18 professionisti, ovvero 7 medici, 3 collaboratori, 6 avvocati, un fisioterapista ed un esperto informatico, avrebbero permesso la falsificazioni dei documenti sanitari con l’obiettivo finale di impossessarsi di risarcimenti illeciti da parte delle varie assicurazioni. (Continua dopo la foto)

L’accusa ritiene che gli incidenti complessivi sarebbero 35, mentre altri 6 sono in corso di accertamento. Grazie a questi sinistri, le persone coinvolte in questa operazione avrebbero chiesto e ricevuto dalle compagnie assicurative risarcimenti per danni fisici, biologici ed esistenziali superiori, per un valore totale pari a circa 650 mila euro. I 71 che avrebbero alterato i referti medici hanno avuto un’informazione di garanzia per il reato di fraudolento danneggiamento dei beni assicurati e mutilazione fraudolenta della propria persona. (Continua dopo la foto)

Nigiotti, classe 1987, ha preso parte all’ultimo Festival di Sanremo, svoltosi lo scorso febbraio, piazzandosi diciannovesimo in classifica con il suo brano ‘Baciami adesso’. Aveva partecipato alla kermesse musicale più importante d’Italia anche nel 2018, ottenendo una decima posizione con ‘Nonno Hollywood’. Lui è stato protagonista anche dei talent show ‘Amici’ e ‘X-Factor’.

Tobia Antonio Giordano del Boss delle Cerimonie: come ritroviamo il nipote di Don Antonio