“Non pensavo potesse succedere”. Elisabetta Canalis, lacrime per la figlia Skyler Eva

Elisabetta Canalis non ha potuto fare a meno di postare alcune foto che dipingono perfettamente uno dei giorni più ‘di passaggio’ nella sua vita, ma soprattutto nella vita della figlia Skyler Eva. La piccolina è figlia della showgirl e del chirurgo statunitense Brian Perri. Una emozionatissima Canalis non ha potuto fare a meno che condividere condividere condividere.

Solo di recente l’ex velina ha iniziato a postare alcune immagini della piccola Skyler sui social, e a tal proposito lei stessa ha confessato: “All’inizio avevo deciso di non far vedere Skyler perché non mi piaceva esporla ai commenti che le sarebbero arrivati solo in quanto mia figlia. Avevo sempre detto: ‘Deciderà lei’”.

E ancora: “Il problema è che lei con il tempo ha iniziato ad accusare questa cosa: ha visto gli altri bambini fotografati e poi inclusi nelle foto e si è sentita diversa“, ha collaborato. Ad essere condiviso con enorme emozione da entrambi i genitori di Skyler Eva, è stato il suo primo giorno di scuola: Elisabetta Canalis e Brian Perri non si sono contenuti affatto.


Elisabetta Canalis ha postato le foto del primo giorno di scuola di sua figlia, Skyler Eva, e ha trasmesso ai fan la sua emozione. Entrambi i genitori, emozionati, hanno postato alcune immagini del momento e l’ex velina ha descritto ai fan la sua eccitazione nell’accompagnare la bambina a scuola. “Ed eccoci qua, siamo arrivati al fatidico primo giorno di scuola , qualcuno è felice qualcuno meno…”

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Elisabetta Canalis (@littlecrumb_)

E ancora: “Non pensavo di emozionarmi invece vedere Skyler entrare con la sua uniforme e salutarmi ( piangendo) mi ha fatto effetto ed ho dovuto trattenere una lacrima anche io…”, ha scritto la Canalis, che oggi insieme al marito e a sua figlia vive a Los Angeles. Dopo le nozze nel 2014 Elisabetta Canalis e Brian Perri hanno avuto la loro unica figlia nel 2015 e l’ex velina è sempre stata gelosa della privacy della sua bambina.