Coronavirus, come sanificare l’auto per ridurre il rischio contagio

Perché la prevenzione non è mai troppa di questi tempi. Causa pandemia di coronavirus, siamo costretti a prendere tutte le misure necessarie quando usciamo da casa. Ora che è iniziata la cosiddetta ”Fase 2”, gli italiani iniziano nuovamente a circolare in auto e per questo motivo è necessario sanificare l’auto prima di mettersi alla guida. Ecco i preziosi consigli del virologo Fabrizio Pregliasco, che ha fornito un semplice vademecum su come disinfettare il proprio veicolo, mettendolo – e mettendosi – in sicurezza.

È importante disinfettare l’interno del proprio abitacolo in quanto si tratta di un ambiente piccolo, motivo per il quale – in questi giorni – sarebbe consigliato non trasportare più di una persone oltre al conducente, così da mantenere la distanza minima di sicurezza di oltre un metro. Il direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano a Dearlink ha spiegato: “Dal momento che quello dell’auto è uno spazio piccolo e chiuso, è bene provvedere alla sanificazione dell’abitacolo, che facilita la permanenza al suo interno del coronavirus. Ciò che è più vicino alla bocca, cioè quello che troviamo davanti a noi guidando – volante, cruscotto – si contamina di più”. Ma non è tutto, infatti: “Dobbiamo tenere presente la contaminazione delle mani, e quindi leva del cambio, freno a mano, pulsanti…”. (Continua a leggere dopo la foto)


Armatevi di mascherina, guanti in lattice monouso, carta assorbente, disinfettante detergente a base di alcool o cloro per le superficie, ma anche del detergente antibatterico per le mani. Lavare sempre le mani dopo l’utilizzo dell’auto, specialmente dopo aver toccato il volante, la leva del cambio, il cruscotto e la maniglia della portiera. Pulire le superfici interne dell’auto con particolare attenzione a volante, cambio e chiavi di avviamento – con prodotti che sanificano. (Continua a leggere dopo la foto)

Sostituire i filtri dell’aria condizionata da disinfettare con gli appositi spray per ridurre i batteri aerobici che circolano nell’abitacolo. Per una pulizia in profondità, togliere anche il filtro dell’aria, e sanificare anche le bocchette e i tubi che mettono in circolo l’aria stessa. Usare l’aspirapolvere sulla tappezzeria oppure se si sceglie di lavarla, farlo con gli appositi prodotti detergenti, prestando particolare attenzione ai tappetini dell’auto. Per questi ultimi, se usurati, valutarne anche la sostituzione. (Continua a leggere dopo la foto)

{loadposition intext}

Dotarsi di fazzoletti igienizzanti usa e getta nel caso in cui dovessimo usare un’auto in car sharing trasportando una persona che ha i sintomi del virus (starnuti e tosse soprattutto). In questa situazione si dovrebbero pulire accuratamente le strutture della vettura dove possono essersi depositate goccioline di saliva.

 

Paolo Ciavarro e Clizia Incorvaia, arriva la confessione: “Lo facciamo tutte le notti…”