Questo sito contribuisce alla audience di

“Sono un po’ lesbica, lo ammetto”. L’inaspettata dichiarazione della bella attrice di Roma: “Ho accettato avance”

La sincerità è importante, anche per tutto quello che riguarda la sfera sessuale. Claudia Pandolfi lo ammette candidamente di avere esplorato, senza pregiudizio alcuno, la sua sessualità. L’attrice, al cinema con il film “Se son rose” di Leonardo Pieraccioni, ha raccontato in un’intervista rilasciata al settimanale Spy di avere vissuto esperienze con uomini e donne.

Per questo, forse, piacerebbe così tanto al mondo omosessuale: “Perché piaccio molto agli omosessuali? Perché sono un po’ lesbica dentro. Ho sempre voluto capire di quante sfumature fosse fatta la mia sessualità. Sono eterosessuale, non è una novità per nessuno, ma non mi sono mai preclusa nessuna strada. Sono sempre stata una donna molto aperta”. Insomma, la Pandolfi ammette di avere ricevuto avances anche da parte di alcune donne. Continua a leggere dopo la foto


In qualche caso, le avrebbe accettate: “Se ho ricevuto avances dalle donne? Sì, e le ho anche accettate, a dirla tutta. Non ho mai avuto nessuna storia, sia ben chiaro, e pensate che il mio primo bacio, con una donna, lo diedi nel film ‘Le amiche del cuore’ di Michele Placido. Poi ho giocato anche io, con delle amiche, ma a me piace scoprire l’essere umano e poco importa l’identità”. Continua a leggere dopo la foto

Leggi anche...

Anche perché lo avremmo saputo: la vita privata della Pandolfi, soprattutto in passato, ha tenuto banco a lungo sui settimanali dedicati al gossip. Al momento l’attrice è legata a Marco De Angelis, che l’ha resa madre di Tito, il suo secondo figlio. Il primogenito Gabriele, invece, nacque dall’amore con Roberto Angelini. Era il 1999 quando una giovanissima Claudia decise di separarsi da Massimiliano Virgili, suo ex marito, a un mese dalle nozze. Continua a leggere dopo la foto

L’attrice si era innamorata di Andrea Pezzi, noto veejay. Al rientro dal viaggio di nozze, dopo pochissime settimane, comunicò al marito la decisione di lasciarlo. Anni più tardi, Virgili dichiarò: “Claudia mi piantò un mese dopo le nozze. Poi la vidi su tutti i giornali tra le braccia di Andrea Pezzi. Come se non bastasse, lei scrisse una lettera aperta sul Corriere della Sera per dire che già sull’altare pensava a Pezzi e non a me. Da quel momento per me è stato l’inferno”. Un po’ confusa, ma sincera.