“Vi sembrerà surreale ma…”. Antonio Zequila, l’ex gieffino sconvolto dalla notizia. Lo annuncia così

Antonio Zequila, l’anuncio ha un certo ‘valore’. L’ex gieffino e attore ha reso noto lo scoop, durante un’intervista rilasciata per Il Giornale. Il suo è un vero e proprio sogno che si avvera e lo dice a chiare lettere, lasciando a bocca aperta gli amici e annunciando che una notizia del genere merita di essere festeggiata in grande stile. Ma cosa sarà accaduto? Ecco la novità.

“Si è avverato un sogno, una volta sbrigate le pratiche farò una grandissima festa per invitare tutti i miei amici”, lo ha affermato Antonio Zequila, quando ha scoperto di essere stato investito dei titoli nobiliari di conte e duca. In che modo? Merito del nonno da cui ha ereditato questa fortuna. Il nonno, infatti, è stato adottato da un casato nobiliare. (Continua a leggere dopo la foto).


Da questo momento in poi non solo Antonio Zequila, ma Antonio Zequila Conte de’ lutti e Duca di Sant’Alessandro. Un sogno che si avvera a cui lui stesso stenta ancora a credere: “Vi sembrerà surreale ma, in questo momento, mi trovo in una dimora antica che ho ereditato, perché oggi, per me, si è avverato un sogno: sono stato investito del titolo di Conte de’ lutti e Duca di Sant’Alessandro, quindi, da oggi in poi, io sarò Antonio Zequila Conte de’ lutti e Duca di Sant’Alessandro”. (Continua a leggere dopo la foto).

Il racconto prosegue: “Sono ancora incredulo però vi posso assicurare che, anni fa, mia mamma, me lo diceva che mio nonno Raffaele Zequila, il padre di Giovanni, mio papà, era stato adottato da un casato nobiliare, i suoi genitori erano dei nobili. Quindi, a volte, i sogni superano la realtà ed oggi io sono stato investito di questo titolo e sono più che felice. Domani ho appuntamento con l’avvocato per vedere tutte le proprietà che ho ereditato. La cosa più importante è che io ero un principe nell’animo, ad oggi sono Conte de’ lutti e Duca di Sant’Alessandro”. (Continua a leggere dopo le foto).

Ma un nobile è sempre sommerso dalle ‘cartacce’, quindi anche per Antonio Zequila Conte de’ lutti e Duca di Sant’Alessandro inizia una trafila di pratiche burocratiche: “Sono stato contattato dall’avvocato, in quanto erede. Oltre a me, io e mio cugino. Lui non è potuto venire perché fa l’avvocato ma questo Conte ha voluto lasciare questa eredità a due personalità importanti che si sono fatte notare nell’ambito della vita. In ogni caso, c’è, però, un legame di sangue che lega mio nonno Raffaele Zequila che era un nobile, ed era stato adottato ma riconosciuto, per questo, non si chiamava Zequila ma De’ lutti. Per questo motivo, io acquisirò questo titolo e questo nome. E una volta sbrigate, con l’avvocato, le pratiche, in questa magnifica casa, farò una grandissima festa per invitare tutti i miei amici”.

Ilary Blasi, vacanza extralusso a Montecarlo. E le scarpe non sono da meno. Sapete quanto costano?