“Mi stavano sul ca***”. Il cantante italiano rompe il silenzio e lancia una vera bomba-choc

Alessio Bernabei torna a parlare dopo lo scioglimento dei Dear Jack. Un’esperienza sicuramente formativa per la band che proprio a partire dal palcoscenico di Amici hanno poi tentato di spiccare il volo nel mondo musicale. Ma sono già trascorsi ben 6 lunghi anni da quando il gruppo si è sciolto, momento decisivo anche per la carriera di Alessio, che ha così iniziato il suo percorso come solista.

Ma non sempre va come ci si augura. Alessio Bernabei non ha ‘sfondato’ nelle classifiche musicali e proprio il giornalista Gaspare Baglio per conto della rivista di settore “Rolling Stone” ha posto la domanda decisiva: perchè allontanarsi dal gruppo? Nella sua rinomata onestà Alessio ha risposto fornendo anche qualche dettaglio in più sul suo rapporto con i componenti della band. (Continua a leggere dopo la foto).


“Una mattina mi sono svegliato e non avevo più voglia di suonare. Quella roba lì mi ha fatto capire che stavo sbagliando direzione. Quello che prima era il mio più grande sogno era diventato il mio peggiore incubo: stare su un palco. Non mi importava più, anche se mi dicevano che avrei fatto l’Arena di Verona, che poi è stato l’ultimo live insieme ai Dear Jack. Dovevo cambiare perché odiavo i miei compagni e la situazione”. (Continua a leggere dopo la foto).

Per poi aggiungere senza troppi giri di parole: “Ho spiegato loro il disagio. Ho detto, sinceramente, che mi stavano sul c***o, uno per uno. Erano sollevati perché ero diventato una palla al piede. Loro avevano stretto un’amicizia: ero io l’anello debole fuori da tutto. Mi hanno detto che potevo andare. Ci sono rimasto male. Mi sono detto: ma come? Sono il vostro cantante, abbiamo fatto tutto insieme! Forse aveva stancato la mia presenza”. (Continua a leggere dopo le foto).

Pare dunque che non tirasse una buona aria e che la formazione così come era nata fosse destinata a crollare prima o poi. Un epilogo inevitabile: “Discutevamo molto, non dico che arrivavamo alle mani, ma le discussioni erano infuocate. Ci mandavamo affanc**o e magari, dopo due ore, avevamo un live e dovevamo sorridere. È questo che mi ha distrutto”. Viva la sincerità.

Myriam Catania assente al GF Vip per il figlio: cosa è successo a Jacques