“Dolori fortissimi”. Gianni Morandi, sono giorni difficili. Resta in ospedale e ammette: “Non è finita ancora”


Gianni Morandi continua a essere ricoverato nel centro grandi ustionati ‘Bufalini’ di Cesena. Da poco tornato attivo sui social, il cantante ha voluto mandare un messaggio ai suoi fan per la Pasqua. Pochi minuti e la bacheca di Gianni Morandi è stata invasa dai commenti. “Caro Gianni, buona pasqua a te e chi ti legge e ti commenta. L’uovo di Pasqua è un simbolo di rinascita, la Pasqua infatti “cade” nel trapasso tra inverno e primavera, quando il mondo riprende a germogliare”.

“E allora, che restino davvero in un sonno profondissimo i razzisti, gli incattiviti, i prepotenti e pure quelli che ci vogliono male. Siamo bellissimi e non possiamo perdere”. E ancora: “Gianni è un regalo poterti vedere anche se avrei preferito saperti già a casa. Importante è che tu stia meglio e presto potrai riprendere la tua vita. Ti mando tanti auguri e un abbraccio grande”. “Caro Gianni non pensavo che la tua degenza fosse così lunga. Mi auguro che presto tu possa tornare a casa dai tuoi affetti. Ho considerato che sia pure sofferente il tuo sorriso sempre rassicurante non ti ha mai lasciato”. Continua dopo la foto






Nelle ore scorse Gianni Morandi, che ha riportato ustioni sul 15% del corpo, ha raccontato al Quotidiano Nazionale la dinamica dell’incidente nel quale è rimasto coinvolto. “Sono caduto dentro una buca con le fiamme intorno, qualcuno mi ha guardato dal cielo”, ha spiegato Gianni che confessa come sarebbe potuta andare molto peggio. Continua dopo la foto






“Col passare dei giorni mi spavento sempre di più. Perché mi rendo conto del rischio che ho corso e di quanto sono stato fortunato. Prima di tutto, ho salvato la vita. Perché quando tu cadi dentro a una buca così, mentre spingi dentro un tronco che pensi faccia resistenza, e ti trovi in mezzo alle braci, con le fiamme intorno, è una cosa tremenda”. Continua dopo la foto



 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gianni Morandi (@morandi_official)

 


Il ricordo di quei drammatici minuti è nitido: “Mi sono attaccato con le mani a un ramo che bruciava pur di saltare fuori – racconta – La seconda cosa importante è che ho salvato la faccia”. Gianni Morandi ha riportato ustioni sul 15% del corpo, principalmente alle mani, ma anche alle ginocchia, più una bruciatura sulla schiena e un’altra nell’orecchio. Il percorso sarà lungo, anche quando tornerà a casa: “La mano sinistra, quella che fa gli accordi – spiega ancora – si muove abbastanza bene, direi che è quasi recuperata. Il dolore provato nelle ultime settimane è stato fortissimo. E ancora non è finita. Senza l’aiuto dei farmaci non si può resistere. Ogni due giorni mi facevano una medicazione. Ma la medicazione è una cosa molto dolorosa e ti devono addormentare”,

Ti potrebbe interessare: “È più dura del previsto”. Gianni Morandi torna sui social a una settimana dall’incidente. È lui a raccontare cosa sta succedendo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it