“Nessun rispetto”. La rabbia del ‘Signor distruggere’, è successo subito dopo la morte del padre: vergognoso


Per Vincenzo Maisto, per i social “Il Signor Distruggere”, il doloroso episodio esce alla luce solo oggi. Come sempre tutto è accaduto attraverso il proprio profilo Facebook, dove Maisto ha raccontato senza veli un doloroso episodio che ha dovuto affrontare poco dopo la morte del padre.

Così ha esordito il Signor Distruggere sul social: “Mio padre ha portato per più di 50 anni la stessa catena al collo, non la toglieva mai, però nella bara ci è arrivato senza”. Un valore affettivo che supera ogni aspetto materiale e che in un semplice oggetto trovava ancora il modo di parlare di una quotidianità condivisa tra padre e figlio, così quel furto ha aggiunto dolore su dolore. (Continua a leggere dopo la foto).






Non poteva che essere rivolto un appello pubblico per poter ritrovare la sua preziosa catenina e poter continuare a custodire qualcosa che apparteneva al padre: “Se solo sapessi chi l’ha “trovata”, gli direi che sarei disposto a pagargliela più di quanto gliela pagherà il compro oro, ma ovviamente questa cosa è inverosimile”. Tanti i commenti ricevuti. (Continua a leggere dopo la foto).






Tra i commenti di conforto c’è stato anche chi ha raccontato la propria storia, non del tutto differente da quella che ha colpito Maisto: “Il mio fu interamente spogliato. Abiti, scarpe, orologio, catenina, anelli… con solo una camicina di carta ce lo riportarono” e si aggiunge anche un’altra donna: “Come ti capisco, anni fa è mancata mia nonna, una croce d’oro al collo da una vita, per me era il suo simbolo. Ha avuto un ictus e quando è scesa dall’ambulanza non c’era più. Mai più ritrovata, una perdita emotiva, io ancora la ricordo”. (Continua a leggere dopo le foto).



E non poteva dunque mancare una riflessione: “A giudicare dalle testimonianze raccolte da tutta Italia direi di consigliare a tutti di fare attenzione. Se, purtroppo, aveste la consapevolezza che un vostro caro possa venire a mancare, toglietegli voi i gioielli, anche se non fossero in oro. Il ladro nella fretta non sta lì a controllare l’effettivo valore materiale dell’oggetto”.

Rissa sul set tra i due big del cinema italiano: la sicurezza costretta a intervenire per evitare il peggio

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it