“Un vero crollo”. Fabrizio Corona non l’aveva mai detto prima: cosa è successo al figlio Carlos


Carlos Maria Corona ha da poco compiuto 18 anni. Sabato scorso il primogenito e unico figlio di Fabrizio Corona e Nina Moric è diventato maggiorenne e, dopo gli auguri social da parte di entrambi i genitori, ha festeggiato con un party a Torino, organizzato nei minimi dettagli e ovviamente in compagnia di amici e parenti.

All’appello era però assente papà Fabrizio perché in detenzione domiciliare. Una distanza solo fisica però: oltre a essere lì col pensiero, Corona non poteva certamente perdersi la festa e ha dimostrato di essere comunque presente all’evento attraverso una diretta Instagram. Ed è ancora l’ex re dei paparazzi che ora, passato il compleanno del figlio, si racconta per la prima volta in una lunga intervista rilasciata al settimanale Chi. (Continua dopo la foto)






L’ex agente fotografico occupa pagine e pagine di cronaca ormai da anni, nel servizio che Chi, che gli dedica la cover, titola ‘Per i suoi 18 anni regalo a Carlos una famiglia’, ha rivelato che il ragazzo lo scorso anno ha avuto un pesante crollo psicologico proprio per causa sua. La sua seconda volta in carcere ha avuto effetti devastanti su Carlos. (Continua dopo la foto)






“L’ultima volta che sono stato in carcere, da marzo a dicembre dell’anno scorso, è stata la più difficile di tutta la mia vita perché mio figlio, che già aveva affrontato problemi psicologici legati a me e alla madre, ha avuto un vero e proprio crollo – dice Fabrizio – Con Nina avevo già ricomposto la famiglia due anni fa, quando le ho riportato Carlos e le ho fatto riavere l’affidamento congiunto. Adesso che siamo di nuovo tutti insieme, mio figlio è un’altra persona, ha ritrovato il benessere fisico, psicologico e ha ricominciato a sorridere”. (Continua dopo le foto)



 


“Carlos è un’unica e assoluta anima pura in un mondo di impuri – continua Corona nella sua ‘prima intervista vera dopo 18 mesi di scelta del silenzio’, la definisce su Instagram – Ha un quoziente intellettivo sopra la media, ama la conoscenza ed è in grado di parlare di qualsiasi argomento. Mi ha salvato da me stesso perché mi ha dato stabilità, ho bisogno di lui per stare bene così come lui ha bisogno di me. Mi consiglia, mi controlla, mi fa stare nelle regole”, ha concluso.

“Volto pagina”. Ilaria D’Amico, la decisione dopo anni e anni (e la reazione di Gigi Buffon)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it