“Una persona speciale”. C’è lui accanto a Belen Rodriguez, dicono che l’argentina lo adora. Chi è Mattia


Belen Rodriguez non ha una bella cera. Tutti hanno potuto seguire le vicende che stanno interessando la coppia. Un addio decisamente traumatico quello tra Belen e il suo Stefano De Martino. Al momento i presupposti per una riappacificazione sembrano mancare del tutto, e a Belen non rimane che trovare conforto tra gli amici di sempre. Dopo la visita all’amica Prisca e il suo bebè, non poteva mancare al suo fianco l’affetto di Mattia Ferrari. Ecco di chi si tratta.

Un weekend insieme al figlio nella casa di Mattia Ferrari, ovvero in una villa con tanto di piscina a disposizione. Hanno trascorso così il tempo mamma, figlio e Mattia Ferrari. Il loro potrebbe essere un rapporto equivocabile, ma nulla di più lega Belen a Mattia se non in termini di una profonda amicizia. Lui è uno degli under 30 più conosciuti e influenti nel mondo dello spettacolo e della televisione. Di origini venete, classe ’92, Mattia vanta un’età giovane ma un’esperienza lavorativa già consolidata. (Continua a leggere dopo la foto).









Fonda la Arnold Creative Communications, avamposto di riferimento per la comunicazione digitale e non solo. Mattia Ferrari è un creativo a tutto tondo, al punto che proprio dalla sua agenzia sembrano provenire le migliori idee per importanti maison come Moschino, Versace, Chopard, Bulgari e tante altre. Un esempio? Primo tra tutti la nota collaborazione con Vogue. (Continua a leggere dopo la foto).






Un ragazzo che ama il viaggio e che non spegne mai la sua curiosità. Raccontava questo di sé sulla nota rivista:  “Ho sempre viaggiato sin da giovanissimo. A 16 anni sono andato a Los Angeles da solo con un amico. Poi a New York fino ai 21. Scoprire il mondo mi ha aiutato a conoscere nuove persone e, per un motivo o per l’altro, mi sono sempre trovato in situazioni vicine al mondo della moda. Fotografi, designer, hairstylist, celebrities…”. (Continua a leggere dopo la foto).



Una carriera professionale, quella di Mattia, che sembrava costarsi del tutto dai suoi studi universitaria, una risorsa preziosa che ha saputo sfruttare: “Mi sono laureato in economia, una scelta lontana da queste realtà, ma poi rivelatasi molto utile. Ho iniziato a creare presentazioni in PowerPoint basati sulle idee che avrei proposto ad alcuni brand. Erano impaginate malissimo, ma tant’è, ho comunque insistito a spammarle a tutti i miei contatti. I feedback ricevuti, soprattutto quelli ‘critici’, mi hanno insegnato moltissimo. E, alla fine, è arrivata la collaborazione con Bulgari. Lì ho capito che il mio lavoro si chiamava ‘art direction’”. Un amico come pochi per Belen, che sicuramente saprà consigliare per il meglio.

“Fatto fuori”. Pierluigi Pardo, la notizia rimbalza nei corridoi Mediaset: fan in rivolta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it