“Non accetto insulti da nessuno”. Alba Parietti, che furia. È successo tutto dopo la morte di Enzo Bosso


Alba Parietti ha ricorda Ezio Bosso sui social, con una serie di post in cui traspare tutto il suo dolore per la morte dell’artista, scomparso all’età di 48 anni dopo una lunga battaglia contro una malattia neuodegenerativa. La showgirl ha affidato la dedica struggente al suo profilo Instagram, ma la reazione di qualcuno è stata inaspettata.

Sotto al post della showgirl sono arrivate tantissime critiche e insulti e Alba Parietti ha voluto rispondere a tono. “Lasciate che ognuno scelga le sue amicizie e che possa esprimere come desidera dolore e affetto. Le persone non sono proprietà – ha scritto -. Soprattutto se vengono usate parole che non possono offendere nessuno semmai onorarne la memoria. E credo di averle scelte nel massimo rispetto. Le persone non sono proprietà e hanno libero arbitrio di amare, odiare, onorare. Quindi il rispetto lo chiedo io, perché non ho mai fatto male né mancato di rispetto a nessuno.” (Continua a leggere dopo la foto)










“Ho accettato – prosegue la Parietti -, dopo molte richieste da parte di varie testate, di ricordare solo su una, una persona cara. L’ho fatto con affetto, cercando le parole più adeguate delicate e rispettose. A lui sono certa ho fatto cosa gradita. Questa polemica è volgare, sterile. Non accetto insulti da nessuno”. (Continua a leggere dopo la foto)






“Vorrei proprio per rispetto chiudere questo teatrino di fake e commenti (pochi per fortuna) – spiega sempre Alba – totalmente fuori luogo e questa a dire poco rispettosa volgarità, su un ritratto affettuoso. Perché chiunque ha avuto la possibilità di esprimere dolore. Anche sconosciuti. Lo hanno fatto tutti . Da Mattarella alla signora Pina e anche persone che con le quali aveva nulla a che fare”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

Lasciate che ognuno scelga le sue amicizie e che possa esprimere come desidera dolore e affetto. Le persone non sono proprietà. Soprattutto se vengono usate parole che non possono offendere nessuno semmai onorarne la memoria . E credo di averle scelte nel massimo rispetto. Le persone non sono proprietà e hanno libero arbitrio di amare, odiare, onorare. Quindi il rispetto lo chiedo io , perché non ho mai fatto male ne mancato di rispetto a nessuno . Ho accettato dopo molte richieste da parte di varie testate di ricordare solo su una , una persona cara. L’ho fatto con affetto, cercando le parole più adeguate delicate e rispettose. A lui sono certa ho fatto cosa gradita . Questa polemica è volgare, sterile . Non accetto insulti da nessuno. E vorrei proprio per rispetto chiudere questo teatrino di fake e commenti ( pochi per fortuna ) totalmente fuori luogo e questa a dire poco rispettosa volgarità , su un ritratto affettuoso. Perché chiunque ha avuto la possibilità di esprimere dolore . Anche sconosciuti . Lo hanno fatto tutti . Da Mattarella alla signora Pina e anche persone che con le quali. Ok aveva nulla a che fare. Andavano tutti bene . Io non posso?. Io gli ho voluto bene come tutti e siccome si tratta di una persona che per me importante ne parlo e solo con affetto infinito. Ognuno lo elabora il lutto come gli pare . La prepotenza nell’impedire di esternare con dolcezza e rispetto i propri sentimenti puliti , non è accettabile mai. Mi piacerebbe che l’emozione che ci ha regalato in vita e che porteremo sempre nel cuore non fossero inquinate da subdole chiacchere e polemiche con il solo intento di rovinare i ricordi e fare male. Grazie 🙏

Un post condiviso da Alba Parietti Officialpage (@albaparietti) in data:

 

“Andavano tutti bene. Io non posso? – si chiede Alba – Io gli ho voluto bene come tutti e siccome si tratta di una persona che per me importante ne parlo e solo con affetto infinito. Ognuno elabora il lutto come gli pare. La prepotenza nell’impedire di esternare con dolcezza e rispetto i propri sentimenti puliti, non è accettabile mai.” Infine la chiosa: “Mi piacerebbe che l’emozione che ci ha regalato in vita e che porteremo sempre nel cuore non fosse inquinata da subdole chiacchiere e polemiche con il solo intento di rovinare i ricordi e fare male. Grazie”.

“Così mi ha ridotto il coronavirus”. L’infermiere si mostra prima e dopo aver contratto la malattia: le foto parlano da sole

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it