“Loro sono l’amore puro e assoluto della mia vita”. È una Luciana Littizzetto inedita quella che parla dei figli che ha avuto in affido 10 anni fa. Si chiamano Vanessa e Jordan e, a proposito, li avete mai visti? Eccoli qua


”Loro sono l’amore puro e assoluto della mia vita”. È una Luciana Littizzetto inedita quella che si apre al settimanale Oggi e parla del rapporto con i figli che anni fa ha avuto in affido col compagno Davide Graziano. Si chiamano Vanessa e Jordan Beljuli, e sono due ragazzi di origine macedone che hanno rispettivamente 21 e 19 anni. ”Mio figlio è un ragazzo pieno di iniziativa, fantastico ma anche un rompiscatole di prima categoria – racconta l’attrice e comica torinese – Sa cucinare bene, apparecchia e sparecchia. Stop! Ma ha solo 19 anni, non ha ancora manifestato completamente il suo essere maschio balengo e io sorveglio ma sempre col sorriso”.

Su Vanessa invece rivela: ”Lei è tostissima, molto più pragmatica di me. Per Vanessa o bianco o è nero. Mentre io accarezzo il mio gaggiolone e gli dico: ‘Non ti preoccupare amore, ti insegnerò a essere più sveglio. Ti salverò io da te stesso’, lei lo ‘licenzia’ e via”. (Continua a leggere dopo la foto)



I suoi due ragazzi portano ancora il cognome paterno nonostante i genitori naturali abbiano perso la patria potestà. Questo perché la Littizzetto e il suo compagno non essendo sposati non hanno mai potuto adottarli. Non che non si sia sentita mamma di Vanessa e Jordan fino in fondo e non che non sia fiera di tutto l’amore che con il suo compagno hanno dato loro, ma a suo avviso la condizione di genitore affidatario non è riconosciuta a dovere.

”L’affido è un’esperienza che rifarei tutta la vita e che consiglio. Ma è molto complesso e devi sapere che soffrirai perché alla base di tutto c’è un abbandono, una ferita che non si rimargina mai e che per quanto amore tu dia, a intervalli regolari torna a galla come una ventata venefica. E devi farci i conti. Mi spiace che le istituzioni non supportino affatto i genitori affidatari: tu sei visto come la soluzione a un problema e basta. Invece avremmo bisogno di essere sostenuti e rispettati”. (Continua a leggere dopo le foto)



 

Luciana e Davide sono legati dal 1997. Una vita, insomma. Ed è grazie a lui e ai suoi figli che la comica sta, con fatica, riuscendo a superare la perdita di suo padre Pietro, che si è spento a primavera scorsa. Non sarà un Natale facile, quindi, per lei ma può certo contare sull’amore dei suoi cari. Il segreto di coppia secondo la Litizzetto? ”Vale la teoria della singola chiappa – spiega la comica di Che tempo che fa – All’uomo devi sempre far vedere solo metà lato B. Significa che devi avere uno spicchio di vita che è solo tuo e guai a chi ci entra. Se ci rinunci, ti inaridisci. E poi nei momenti difficili mi rifaccio all’insegnamento di mia nonna: lei diceva che per far durare una coppia bisogna “mordere l’aglio e dirsi che è dolce”. Se hai accanto una persona con cui hai condiviso molto e magari non c’è più passione ma c’è ancora la stima e la possibilità di un futuro di cose in comune, bisogna tener duro. Tutto finisce quando perdi la stima: se guardi quella persona e capisci che non è quella che pensavi, forse davvero non c’è più speranza”.

Potrebbe anche interessarti:  “Ecco chi è l’uomo di Luciana Littizzetto”. Vola velocissimo il gossippone, lui è uno degli attori più affascinanti del mondo. Parla la comica piemontese: “Ora vi spiego tutto io”