Caterina, la figlia adottiva di Simona Ventura è cresciuta e oggi è così


Ha festeggiato con i suoi amori a casa. Anche Simona Ventura, come tutti gli italiani, tra trascorrendo a casa questa quarantena imposta dal Governo per evitare il contagio. E non poteva essere un compleanno più felice per la bellissima conduttrice, che il primo aprile ha spento 55 candeline insieme alla sua famiglia.

“Prima che iniziasse questa durissima prova, avevo pensato, dopo tanti anni, di organizzare una grande festa stile ‘club 55′ con tutte le persone che mi vogliono bene, e sono tantissime!”, ha esordito la conduttrice in un post su Instagram:  “Dopo quasi un mese di quarantena, posso dire che la mia vita, come quella di tutti voi, è completamente stravolta, e i miei obiettivi sono cambiati, ma non credo in peggio, anzi!”. “Voglio pensare che ne usciremo più forti e che torneremo migliori di quello che siamo sempre stati! Il mio pensiero va alle persone che soffrono e che combattono in prima linea. Oggi più che mai sono orgogliosa di essere italiana! Grazie a tutti!!”, ha scritto la conduttrice. (Continua a leggere dopo la foto)









E ancora un altro post con un bellissimo ritratto di famiglia: “È stato un compleanno ‘strano‘, inaspettato e proprio per questo, BELLISSIMO! Sono fortunata, siamo fortunati. Grazie per i vostri auguri, mai così tanti!!! Di questi momenti passati insieme ricorderò ogni cosa”. Insieme a lei ci sono i figli Giacomo e Tommaso, i ragazzi nati dal matrimonio con l’ex calciatore Stefano Bettarini, Caterina, la figlia adottiva e il compagno, il giornalista Giovanni Terzi, che sui social le ha dedicato un messaggio ricco di amore ed emozione. (Continua a leggere dopo la foto)






Nella foto i cinque posano insieme, tutti davanti a una torta con la scritta ‘’Auguri Simona’’ e una candelina. Tommaso e Giacomo posano accanto alla mamma e tra di loro c’è Caterina, 14 anni, adottata dalla conduttrice quando era ancora una bambina. Ed è un vero splendore. “Caterina ha due mamme. – aveva confessato SuperSimo in un’intervista – Ci sono io e c’è la sua mamma biologica, una mia parente che non ha potuto tenerla con sé. È complicato, ma possibile. E molto bello. Voglio dire a chi vuole un figlio che c’è una strada, tortuosa e magnifica, diversa dall’adozione. L’affido. È una possibilità data a chiunque sia disposto ad accogliere e amare un bambino solo: coppie non sposate, single, ultra-cinquentenni”. (Continua a leggere dopo la foto)



 

E ancora: “Non è detto che poi ‘ti portino via’ il bambino che ami. E comunque non sarebbe uno scippo, ma un lasciare andare amoroso. Un legame che non finisce mai”. “Il suo arrivo è stato un regalo – aveva detto emozionata- una cosa inaspettata e fortissima. Ho accettato di occuparmene senza pensarci un attimo” . E ora è Caterina il punto fermo della vita di Simona Ventura.

“La prova del cuoco cancellata”. Elisa Isoardi fuori, arrivano ‘loro’

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it