“Ecco che fine ha fatto”. Arriva un’altra notizia (poco felice) su Lapo Elkann. Decisione per molti obbligata, ma in uno scenario parecchio spiacevole. Cosa sta succedendo al rampollo di casa Agnelli


 

Lapo Elkann, suo malgrado, è di nuovo il personaggio del momento. L’ultima notte brava a New York a base di trans e cocaina si è conclusa con l’arresto del rampollo di casa Agnelli per aver simulato un rapimento e gli costerà un processo che si aprirà il prossimo 25 gennaio. La notizia dell’arresto dell’imprenditore 39enne era stata lanciata a fine novembre da ben tre giornali americani e poi ripresa in ogni parte del mondo. Un altro scandalo, insomma, per Lapo che già nel 2005 fu salvato in extremis da un’overdose di droga in un appartamento di Torino dopo aver trascorso la nottata in compagnia di un transessuale. Dal giorno dell’arresto si sono susseguite indiscrezioni di ogni genere, ma anche commenti da parte di amici e persone dell’entourage del nipote dell’Avvocato. La notizia è arrivata persino alle orecchie di Madonna che l’ha liquidato con una battuta durante l’asta di beneficenza organizzata al Forum Faena di Miami Beach per raccogliere fondi da destinare a Raising Malawi, la fondazione da lei creata che si occupa di costruire ospedali pediatrici in Africa. (Continua a leggere dopo la foto)



Sì, la regina del pop ha liquidato la donazione di una Fiat 500 da parte del rampollo di casa Agnelli con una battuta un po’ cattivella perché, per le vicende giudiziarie in corso, l’auto è stata rifiutata e, secondo quanto riporta W Magazine, Madonna avrebbe detto le seguenti parole: ”La macchina è stata arrestata con il suo proprietario. Questi sono i problemi della gente ricca”. In quegli stessi giorni, poi, ha rilanciato su Facebook il solito informatissimo Alberto Dandolo, firma di Dagospia e del settimanale Oggi, pare che lo stesso Elkann si trovasse proprio in Florida: ”Lapo news – scrive Dandolo -, pare che Lapo nostro stia espiando i suoi peccato in quel di Miami Beach, pare…”.

(Continua a leggere dopo le foto)



 

E anche l’indiscrezione di oggi porta la firma di Dago. Dopo l’arresto per aver inscenato il suo sequestro a New York, Lapo finirà in un centro di recupero per star. Un rehab per disintossicarsi. ”Abbandonato da una famiglia in cui si fa uso di droga da generazioni – scrive Albertina Grey – non si contano i tradimenti, i figli di vari letti, le tasse evase, i capitali traghettati altrove, le mazzette pagate ai giornali, ai politici e alle istituzioni tutte, per diffondere il verbo del successo automobilistico inesistente, il povero Lapo diventa l’agnello sacrificale da chiudere, capiterà a giorni, in una rehab per star nella speranza che ne esca il più tardi possibile”. ”Giusto in tempo – prosegue – per abbracciare la nipotina di secondo grado (sì, pare proprio che si tratti di una femmina), futura figlia di Andrea Agnelli e Deniz Akalin. L’ex (non ancora ex) moglie del manager Juventus Francesco Calvo, migliore amico di una vita di ‘Don Andrea”’.

Potrebbe anche interessarti: ”Ecco cosa vado a fare a New York”. Arresto Lapo Elkann, adesso spunta pure un video girato prima del fattaccio. E mentre il filmato fa il giro della rete, già si pensa alla possibile condanna: cosa rischia il rampollo della famiglia Agnelli