“Sto con una grandissima fi*a”. Dopo Sanremo Ghali sorprende tutti: ecco la sua fidanzata


Chi fa rap lo sa bene: la vita, spesso, è uno schiaffo in faccia. È questo il caso di Ghali, che ha deciso di raccontarsi durante una lunga intervista che ha permesso di fare luce su periodi davvero difficili. La storia di Ghali colpisce tutti. Il rapper si confessa al settimanale ‘Sette’, edito dal Corriere della Sera, dove ha raccontato come il buio può anche diventare un punto da cui ripartire per credere in se stessi e rispondere a quello schiaffo della vita, che troppe volte può fare male. Ma non è stato il successo a fare cambiare tutto, bensì l’amore per una donna. E Ghali dice tutto con parole che colpiscono il cuore.

Commuove, ma non mette da parte una sana dose di ironia. Ghali ha rilasciato un’intervista sul settimanale Sette, edito da Il Corriere della Sera, dove l’intensità dei contenuti riesce a essere equilibrata da toni scherzosi e a tratti cinici, ma sempre al punto giusto: “Sono cresciuto nella periferia milanese da solo con mia madre, perché mio padre era in prigione. E siccome lui non c’era, le regole in casa le stabiliva lei. Ce n’erano parecchie, era severa, ma nonostante questo non riuscivo ad andare bene a scuola: di questo mia madre soffriva molto”. La figura della madre è stata per Ghali molto importante e il rapper non perde occasione per sottolineare quanto debba renderle grazie, soprattutto per l’uomo che è diventato. (Continua dopo le foto).











“Io e mia mamma abbiamo dormito nella stessa stanza, uno di fianco all’altra, fino allo scorso anno. Solo da quando ho comperato la casa abbiamo due stanze diverse: ma non c’era disagio in quella situazione, anzi, era molto intima. Eravamo due compagni di stanza felici, non ci disturbavamo se rientravamo tardi o uscivamo presto, siamo persone che non si lamentano per i rumori, per la musica o la televisione accesa”. Ghali ha 26 anni ed è figlio di immigrati tunisini: “In casa siamo sempre stati fissati con la moda e mia madre ci teneva molto che io fossi sempre impeccabile: quando ero piccolo gli immigrati venivano visti in un certo modo, essere in ordine era una garanzia in più per essere integrati. Mi ricordo che mi cambiava anche più volte al giorno: la mia famiglia non aveva titoli di studio e la mentalità era quella del presentarsi bene, anche se i soldi in casa scarseggiavano”. (Continua dopo la foto).



La vita di Ghali è cambiata del tutto e adesso è lui che prova a rendere felice la madre, provando a non farle mancare nulla: “Ho i miei soldi, una squadra che lavora per me, mamma al mio fianco, una casa mia, una grandissima figa che mi ama e mi vuole bene anche se domani la mia carriera finisce. Io manco mi aspettavo di comperarmi una casa. Far smettere di far lavorare i propri genitori e prendersene cura è il sogno di tutti, è una fortuna. Appena ho capito di avere la forza economica per poterlo fare ho detto basta: ha sempre lavorato troppo, qualche volta faceva anche quattro mestieri insieme. Ora bisognerà capire se è più difficile stare vicino a me o continuare con il lavoro che faceva prima!”. Oltre all’amore della madre, Ghali ha anche quello della compagna Mariacarla Boscono. (Continua dopo le foto).

Impossibile non innamorarsi di lei. Mariacarla Boscono, classe 1980, ha esordito nel mondo del fashion a metà degli anni ’90 con brand importanti come Laura Biagiotti e Alberta Ferretti. Nel 2012 ha dato alla luce la piccola Marialucas, nata a Ibiza da una storia con l’imprenditore Andrea Patti. Lei stessa ha dichiarato a Il Corriere della Sera: “Mi chiamavano la Olivia del fashion. Ora sono popolare e sono considerata bella, ma ho dovuto inventare qualcosa che non c’era. Ho fatto pace con me stessa molto tempo fa, quando ho smesso di torturarmi pensando a quello che volevo essere e non ero”. Un percorso di consapevolezza accomuna la coppia. E oltre il successo, i soldi e la fama, è stato proprio l’amore a vincere su ogni cosa.

Giulia Montanarini di Uomini e Donne, che notizia: è proprio lei a farlo sapere a tutti

Tags:

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it