“Non ci sarò”. Sanremo, Fiorello non ci gira intorno: le sue parole a poche ore dalla chiusura del festival


È finito da poche ore e già si inizia a parlare della prossima edizione del Festival di Sanremo 2021. Nessuno, probabilmente, avrebbe scommesso sul successo di questa 70^ edizione, eppure il Festival di Sanremo 2020, nel bene o nel male, ha riscosso un grande successo. Un record di ascolti invincibile e molto, forse a volte troppo ‘spettacolo’, eppure ce la fa anche quest’anno. Un’edizione discussa e rifritta nel gossip pluridirezionale: c’è chi ha preso la strada del litigio e chi quella del bacio. Si replicherà anche nel 2021 e già circolano voci a tal proposito.

La notizia compare sul Corriere della Sera, dove Fiorello ha risposto alla domanda tanto ambita: chi accompagnerà Amadeus il prossimo anno? O meglio, il duetto Fiorello-Amadeus concederà un bis oppure si cambierà registro? “Amadeus deve sapere già da oggi che non ci sarò perché l’anno prossimo ho un appuntamento con il podologo in quel periodo…“. Che lo showman siciliano abbia dato il massimo di se stesso con ironia e professionalità, nessuno può metterlo in dubbio, ma adesso resta da capire se la risposta potrebbe lasciare supporre dell’altro. (Continua dopo le foto).













“In realtà è un mistero. Qualsiasi altro programma al mondo non potrebbe durare 5 ore, non lo vedrebbe nessuno. Sanremo è una cosa tutta italiana che alla fine nel bene e nel male ci unisce, è davvero una festa nazionalpopolare. Adesso sono in cattività da giorni e non so cosa succede fuori da qui, l’impressione è che in questi settimana si parli molto meno di politica, perché il Festival fagocita veramente tutto. D’altra parte anche la percezione da dentro altera tutto, ingigantiamo le polemiche, ce la cantiamo e suoniamo tra di noi, pensiamo il mondo ruoti intorno a Sanremo”. E questa edizione, probabilmente, ne è stata la prova. (Continua dopo la foto).



Fiorello continua a rispondere alle domande: “Mi hanno chiesto tante volte di fare Sanremo e ho sempre detto di no. Quest’anno sono stato sul palco per quattro serate e non l’avrei fatto con nessun altro, se non con Amadeus. In questo Festival ho dimostrato che il mestiere del presentatore non è il mio. Non avrei mai potuto fare per 5 ore quello che ha fatto Amadeus. Dicono che sono un battitore libero e mi ritrovo in questa definizione”. L’amicizia che lega Fiorello e Amadeus è stata la prova schiacciante di quanto l’unione possa fare la forza, quella vera, disposta a superare con coraggio qualsiasi ostacolo. La loro è un’amicizia che dura da molto tempo, a partire dalle esperienze in radio. (Continua dopo le foto e il post).

“Ci siamo conosciuti a Radio Deejay, Cecchetto mi disse che mi affiancava a un maranza, un coatto. Il suo modo di fare era identico ad adesso. In 15 secondi siamo diventati migliori amici, nonostante avessimo stili diversi: lui non faceva le nottate in giro come me, stava a casa e si è sposato presto”. In ultimo non poteva mancare un riferimento alle incomprensioni sorte con Tiziano Ferro. Anche in questo caso, Fiorello ha dato prova di una disarmante versatilità: “Ci eravamo chiariti nel dietro le quinte durante le prove. Il mio bacio con Tiziano non era costruito, non era una gag: è stata una cosa spontanea e di sincero affetto”. Vince la pace, dunque, ma riuscirà a mantenersi anche oltre l’ambito palco dell’Ariston?

Sanremo, è successo tra Fiorello e Amadeus subito dopo la finale: tutti hanno visto

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it