Sabrina Ferilli, fine dell’incubo per l’attrice. Il suo periodo peggiore è finalmente finito. Cosa è successo


È finito l’incubo di Sabrina Ferilli. L’attrice tra le più amate dagli italiani è stata perseguitata per 5 anni da uno stalker, Carlo Neri che sosteneva di doversi accoppiare con lei per volere degli alieni. Per la Ferilli sono stati anni difficili e pieni di paura ma, ora finalmente, quel trauma è finito. Carlo Neri è stato condannato per stalking a un anno di reclusione. Il pubblico ministero Daniela Cento aveva chiesto tre anni e tre mesi di pena ma il giudice del tribunale di Roma ha stabilito una condanna più lieve e quindi l’uomo dovrà restare in carcere solamente un anno. Meglio di niente, comunque.

Ma come è iniziato tutto? Era il 2014 e l’uomo, definendosi un fan di Sabrina Ferilli, ha iniziato ad avvicinarla. Le ha detto di aver preparato dei copioni per lei fino ad andare sotto casa sua con fiori, regali e serenate. Pian piano la faccenda è diventata sempre più difficile da gestire. L’uomo, residente nella provincia di Viterbo, ha iniziato a pedinare la Ferilli. Continua a leggere dopo la foto






Sabrina Ferilli si ritrovava Neri ovunque andasse. Al bar, fuori degli studi televisivi, sotto casa o dovunque lei andasse. La situazione era diventata insostenibile. L’uomo, tra l’altro, sosteneva di essere un esperto di ufo e, secondo quanto riportato da TgCom24, si sarebbe presentato dall’attrice vestito con una tuta celeste e una spada giocattolo, vestito da ufo, insomma. E le avrebbe detto le seguenti, inquietanti parole. Continua a leggere dopo la foto






“Mi mandano gli alieni, mi hanno ordinato di unirmi sessualmente a te per la sopravvivenza della razza umana”. Una volta sentite queste parole, Sabrina Ferilli, già spaventata dall’uomo, sarebbe scappata da lui in tutta fretta mentre l’uomo la accusava di essere la responsabile della fine dell’umanità. Ma non è tutto. È successo anche di peggio. L’uomo, una volta, avrebbe persino strattonato e spinto l’attrice. Per la Ferilli la cosa era ormai insostenibile. Continua a leggere dopo la foto



 

Così, dopo anni di persecuzione, nel febbraio del 2019, dopo aver provato in più occasione a far ragionare lo stalker, la Ferilli ha deciso di denunciarlo. “Dal 2014 sono vittima delle attenzioni ossessive di un uomo che mi perseguita. Ho paura”, aveva detto Sabrina Ferilli che ha deciso di non costituirsi parte civile e di non chiedere un risarcimento.

“L’ormone è impazzito!”. Tu sì que vales, Sabrina Ferilli a luci rosse: “Vuoi venire a casa con me?”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it