“Idiota!”. Caterina Balivo e quella tragica morte. È caos tra lei e i fan. Cosa è successo


Caterina Balivo è una delle conduttrici più amate della televisione italiana. Nata a Napoli il 21 febbraio del 1980, la Balivo inizia la sua carriera nel 1999 partecipando a Miss Italia. La conduttrice, allora appena diciannovenne, si classifica al terzo posto ma viene notata dai dirigenti della Rai ed esordisce come valletta di Fabrizio Frizzi nella settima edizione di “Scommettiamo che…“.

Dopo tanta gavetta con “I raccomandati” e “Unomattina“, arriva il successo con “Festa italiana” e la prima serata con “Napoli prima e dopo“, affiancata da Biagio Izzo. Qualche anno fa è stata la padrona di casa di Detto fatto su Rai Due, mentre adesso conduce sul primo canale Vieni da me. (Continua a leggere dopo la foto)








Amatissima come presentatrice, Caterina Balivo è molto seguita dal pubblico anche sui social dove posta ogni giorno foto delle sue giornate e della sua bellezza. È spontanea, è ironica, è simpatica e il pubblico non può che amare Caterina Balivo. In queste ore, però, la conduttrice è stata attaccata dopo aver pubblicato un ricordo su Kobe Bryant, l’ex cestita morto a Los Angeles insieme alla figlia 13enne a seguito dello schianto dell’elicottero su cui viaggiavano. (Continua a leggere dopo la foto)






“Non ci credo che te ne sei andato” – ha scritto Caterina Balivo su Instagram, pubblicando una foto dell’ex cestita dei Los Angeles Lakers – “Tutti abbiamo fatto il tifo per te e ti abbiamo sempre ammirato come uomo e campione, Kobe Bryant. La vita è davvero una ed imprevedibile“. A sorpresa arriva un commento al veleno: “Ma almeno sai chi è?”. La risposta della conduttrice di Vieni da me non tarda ad arrivare. (Continua a leggere dopo la foto)



 

“Idiota!”, scrive Caterina Balivo incassando oltre 600 like. Kobe Bryant è morto in un incidente in elicottero. Il disastro è avvenuto nell’area di Calabasas, in California, nella mattinata di domenica 26 gennaio. Bryant, 41 anni, era in volo con altre 8 persone quando l’elicottero -un Sikorsky S-76- è precipitato. Il numero delle vittime è stato confermato dalle autorità, che non hanno inizialmente fornito indicazioni ufficiali sull’identità delle persone a bordo del velivolo.

Luigi Favoloso, la confessione su Nina Moric è da brividi: “Ecco cosa faceva”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it