Grave lutto per Jose Mourinho, l’allenatore piange davanti alle telecamere: “Era la mia famiglia”


Jose Mourinho non ha festeggiato la vittoria del suo Tottenham: il dolore per la perdita del suo cane ha reso amaro il Natale dello Special One. È stato lo stesso Mourinho, nel pre-partita della gara contro il Brighton, a dare l’annuncio della scomparsa. Lacrime agli occhi, Mourinho ha parlato di un Natale duro per lui.

Sul campo la sua squadra ha reagito alla sconfitta rimediata contro il Chelsea e lo ha fatto battendo per 2-1 il Brighton, confermandosi al quinto posto, a tre lunghezze di distanza dal Chelsea quarto e quindi dalla Champions League. Ma sono stati tre punti amari per l’allenatore portoghese, affranto per la morte del proprio cane Leya. (Continua a leggere dopo la foto)









Non si sa bene quanti anni avesse il suo Yorkshire Terrier, ma era stato al fianco dello Special One almeno dal 2007, quando si apprestava a salutare il Chelsea per accomodarsi sulla panchina dell’Inter. È stato dunque un pre-partita piuttosto particolare quello che ha preceduto il calcio d’inizio della sfida fra gli Spurs e il Brighton. (Continua a leggere dopo la foto)






Quando il presentatore ha chiesto a Mourinho come avesse passato il Natale, quest’ultimo ha risposto con occhi visibilmente commossi: “Ad essere onesti, è stato molto triste perché il mio cane è morto e il mio cane è la mia famiglia – le sue parole – ma dobbiamo andare avanti”. L’ex allenatore dell’Inter era molto legato al suo Yorkshire, tanto che era stato arrestato nel 2007 quando alcuni agenti si sono recati nella sua abitazione a Londra, assieme a un funzionario del Servizio veterinario locale, per portare via il suo cane. (Continua a leggere dopo la foto)



 

L’accusa verso l’allora tecnico del Chelsea era quella di aver portato Leya all’estero e di averla riportato in Gran Bretagna senza i vaccini obbligatori. Quindi Murinho si sarebbe rifiutato di consegnare il suo cane scatenando così un diverbio con la polizia che gli è costato qualche ora in cella.

Tragedia di Natale: l’auto finisce contro un albero, tre 16enni muoiono sul colpo

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it