“Ho un figlio che non ho mai visto”. Alessandro Borghese, la confessione dello chef lascia senza parole


Alessandro Borghese, l’amato chef e conduttore di “4 ristoranti” e figlio di Barbara Bouchet, si mette a nudo in un’intervista a Repubblica. E racconta tutto. Anche cose private che non aveva mai svelato prima. Oggi Alessandro Borghese è sposato con Wilma Olivero: i due si sono conosciuti nel 2017 ed è stato amore a prima vista. Sei mesi dopo il loro primo incontro si sono giurati amore eterno. E quindi Borghese sì, crede nel colpo di fulmine: “Quando ho conosciuto Wilma avevo 32 anni.

Lei lavorava in un’azienda che cercava un giovane chef per lanciare un videogioco sulla cucina. Mi chiamò questa signorina Wilma. Dopo sei mesi ci siamo sposati. Fu colpo di fulmine. Lei era già fidanzata, si doveva sposare. Ho fatto un ‘furto’”. Dopo essersi sposati sono anche diventati genitori. Ma, dopo un po’, piuttosto di recente, Alessandro Borghese ha scoperto che era padre già prima di sposare Wilma. Una cosa che lo ha alquanto scioccato, come scioccherebbe chiunque. Continua a leggere dopo la foto









“Arizona e Alexandra sono le mie due bambine avute con mia moglie – ha detto a Repubblica – Prima di sposarmi non ero mai stato fidanzato e diciamo che ero un po’ ‘sportivo’. Da poco ho scoperto di avere un altro figlio nato nel 2006. Me ne occupo dal punto di vista legale. Non l’ho mai visto, non ho una sua foto. Mi piacerebbe incontrarlo prima o poi, se me lo permetteranno”. Insomma, per lui è stata una doccia fredda. Non ne sapeva nulla. E, dopo averlo scoperto, non ha comunque mai visto il bimbo. Continua a leggere dopo la foto






L’intenzione di Alessandro Borghese, però, è di conoscere il bambino, se gli verrà data la possibilità. Chissà come andranno a finire le cose. Poi, ovviamente, Alessandro ha anche parlato della sua passione, cioè la cucina. “Quelli che fotografano i piatti? Che palle! Arriva il piatto, si inizia a fotografare e nel frattempo la salsa si slega, il piatto si fredda…”. Insomma, non ama certe cose. Per lui la cucina è un’arte e va goduta in un certo modo. Continua a leggere dopo la foto



 

E ha aggiunto: “Poi lo assaggiano e, iniziano a recensire ‘buono però è un po’ tiepido’: grazie al ca**o sei stato cinque minuti a fare foto! La mia cacio e pepe prima la servivo normale, ora ci ho messo sopra la cloche perché so che la temperatura si deve mantenere per un minuto o due in più”.

Alessandro Borghese, svolta sexy su Instagram: le foto senza maglietta fanno sognare le fan

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it