“Mio fratello è morto soffocato quando aveva 12 anni”. La confessione choc del noto personaggio italiano gela tutti. Col cuore in mano, racconta quel dramma che ha cambiato per sempre la sua vita


 

Al festival del cinema di Venezia arriva il documentario autobiografico di Rocco Siffredi. Si intitola “Rocco” e il pornodivo ne ha parlato in una lunga intervista concessa a Vanity Fair. Il documentario verrà presentato nella sezione Giornate degli Autori e parla della sua vita, dalla carriera di pornostar alla famiglia, la moglie Rosza e i figli Lorenzo, 20 anni, e Leonardo, 16. Si apre con una scena del suo rientro dall’Isola dei famosi (la decima edizione, nel 2015) ma, in realtà, era stato girato un anno prima. “Hanno dovuto rimandare l’uscita proprio per via del reality”.

Siffredi decide di parlare a Vanity Fair della sua famiglia, del padre assente e della mamma per cui travedeva. Escono fuori particolari inediti che il pornodivo decide di raccontare. “Eravamo cinque fratelli e una sorella. Io ero il penultimo. Siamo rimasti in cinque. Mio fratello è morto a 12 anni, soffocato, soffriva di crisi epilettiche. Avevo sei anni, insieme al più piccolo, di tre, eravamo gli unici ancora a casa, gli altri già lavoravano”.

(Continua a leggere dopo la foto)







 

Poi Rocco parla dei suoi genitori: “Mia madre era sempre stata il vero pilastro della famiglia, verso di lei ho sempre provato un amore sfrenato. Ho subito la sua follia perché, da quel giorno, non si è più ripresa. Mio padre era un uomo buono, gentile, ma inesistente. Non aveva nessuna ambizione a parte la figa”.




L’attore si sfoga: “Faceva il cantoniere e il suo capo lo rimproverava spesso perché s’infilava in ogni casa con la scusa del bicchiere d’acqua, del caffè, sperando di trovare una donna sola. Mia madre era gelosa e ne ha sofferto fino all’ultimo. È morta di cirrosi per un’epatite mai diagnosticata. Stava per entrare in coma, e lui flirtava con la signora del letto vicino. Mi disse: Caccialo fuori, non ce la faccio più”.


La paura più grande di Rocco Siffredi è fare la “fine di mio padre”. Ma soprattutto il pornodivo ha un grande desiderio: “che i miei figli crescano sapendo che il loro papà era stato un attore porno ma non lo era più”.

“Pensava solo alla fi*a. Non voglio fare la sua fine “. Rivelazione choc di Rocco Siffredi. Proprio lui, il porno divo più famoso di sempre si svela in una veste insolita. Non ci crederete, ma quello che ha detto è stupefacente. Con chi ce l’ha

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it