“Per lui ho pianto per anni, ancora non smetto di soffrire”. La confessione dell’amatissima star della televisione italiana arriva dopo i nuovi guai di lui, finito in carcere poche settimane fa. Lei, che è una bellissima bionda, adesso vive un’altra stori


 

“Ho sofferto di nuovo, veramente tanto, per lui. Ho pianto a lungo”. Parola di Anna Falchi che so confessato in esclusiva al settimanale Oggi. L’attrice italo svizzera, attualmente legata a Andrea Ruggeri, il nipote di Bruno Vespa, si riferisce all’ex marito, il faccendiere Stefano Ricucci, finito nuovamente in carcere a inizio mese per delle fatture fasulle. Un dolore che l’avrebbe spinta ad andare a parlare con il suo ex, “Avrei voluto stargli vicino, andarlo a trovare in carcere, ma la famiglia non vuole”.

Una parentesi amara in un periodo positivo: l’amore con Andrea va a gonfie vele, e lei ammette a denti stretti: “Stiamo pensando al matrimonio”.

(continua dopo la foto)



 

Sono lontani per Ricucci i bei tempi del matrimonio da favola in una villa dell’Argentario, passate anche le notti mondane dove la sua vita si è intrecciata con quella di Giampaolo Tarantini, condannato per aver portato ragazze a pagamento nelle ville di Silvio Berlusconi. L’ultimo momento di vera notorietà l’ha avuto un anno fa con una denuncia per maltrattamenti. A farlo diventare famoso – nell’estate del 2005 – era stato il tentativo di scalata del Corriere della Sera, quando andava a braccetto con l’allora governatore di Banca d’Italia Antonio Fazio, con il presidente di Unipol Giovanni Consorte e soprattutto con il banchiere Gianpiero Fiorani.

(continua dopo la foto)



Da una parte c’ era la «cordata» della Bpi che mirava a conquistare Antonveneta. Dall’altra, la Unipol che voleva ottenere il controllo della Banca Nazionale del Lavoro. I due gruppi – scrive il Corriere delle Sera – hanno sempre marciato di pari passo, accordandosi nel tentativo di spartirsi la torta. Poi il carcere, dove, trascorsi svariati mesi aveva accettato di rispondere alle domande del pubblico ministero Giuseppe Cascini e poi aveva giurato di essere «pronto a una nuova vita». Tornato libero, archiviato il legame con la Falchi, ha ricominciato a lavorare con la sua «Magiste» e a circondarsi di belle donne. Fino al maggio del 2015 quando la fidanzata ventenne, Patrizia Bonetti, l’ha denunciato accusandolo di averla picchiata. L’ultima pessima uscita prima delle manette di inizio mese.

Anna Falchi e quel post su Facebook contro i diritti degli omosessuali. La showgirl racconta il suo punto di vista ma fa una gaffe colossale: ”Su una cosa non transigo…”