Mario Balotelli nei guai. Scatta il divieto: cosa ha combinato il calciatore


Mario Balotelli è stato vittima di ululati razzisti durante la partita di campionato a Verona, tanto da fermare il pallone con le mani e scaraventarlo in curva con un calcio. Tutto sotto gli occhi della sua bambina, Pia, che a fine partita ha inviato un messaggio per consolarlo. “Papà non ascoltarli, sono stupidi”.

Nel secondo tempo di Hellas Verona-Brescia, una delle partita di Serie A giocate domenica scorsa, l’arbitro ha interrotto l’incontro per alcuni minuti dopo che Mario Balotelli aveva calciato il pallone verso la curva dell’Hellas Verona in risposta ai cori razzisti ricevuti. Balotelli è stato calmato sia dai compagni di squadra che da alcuni giocatori dell’Hellas e la partita è ripresa dopo l’annuncio dello speaker del Bentegodi previsto dal regolamento in caso di cori razzisti e discriminatori da parte del pubblico. (Continua a leggere dopo la foto)









Un bruttissimo episodio, che in questi giorni ha fatto riflettere, soprattutto dopo che l’ex compagna del calciatore, la showgirl Raffaella Fico, in un’intervista rilasciata a Storie italiane ha spiegato che anche Pia, la figlia nata dalla loro relazione, ha subito lo stesso trattamento all’asilo. ”Una compagna di Pia si è avvicinata e le ha detto “tu sei una ne**a, porti le infezioni, non ti do la mano e non ti presto i giocattoli”. È tornata a casa e mi ha chiesto il perché di quelle frasi, non sapevo davvero cosa dire. Credo in un cambiamento e nella maturità delle persone, ma ho paura che possa capitare di nuovo. E fa male”. (Continua a leggere dopo la foto)






Ora, però, il giocatore del Brescia torna a far parlare di sé per una grave infrazione compiuta sul suolo Svizzero. Mario Balotelli non potrà guidare veicoli a motore in Svizzera per tre mesi, (dal 31 dicembre 2019 al 30 marzo 2020) a causa di un’infrazione alle norme della circolazione stradale, non meglio precisata, commessa nei giorni scorsi in Canton Ticino. (Continua a leggere dopo la foto)



 

La sanzione è stata emessa dalla Sezione ticinese della circolazione, risale al 30 ottobre scorso ed è stata pubblicata oggi sul Foglio Ufficiale del Cantone. Oltre al divieto di guidare, il provvedimento prevede anche il pagamento della somma di 100 franchi (circa 90 euro). Come riportano gli organi di informazione ticinesi, le autorità svizzere hanno usato questo strumento di notifica in quanto non conoscono l’attuale residenza del calciatore.

Temptation Island, Jessica e Andrea rompono il silenzio. Ma la reazione è tremenda: “Ecco cosa avete fatto!”

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it