“È morto in quei giorni”. Marco Carta, il grave lutto durante il processo del quale non aveva mai parlato


Marco Carta, l’incubo è finito. Il cantante, accusato di aver rubato delle magliette alla Rinascente lo scorso giugno, è stato assolto: i giudici hanno detto che il fatto non è stato commesso e ora Marco Carta si gode la sua libertà. Ma per lui non è stato facile sopportare ciò che ha sopportato. Lo ha raccontato lui stesso lunedì 4 novembre durante la puntata di Live – Non è la D’Urso: Marco Carta ha detto di essere felice per la fine di quell’incubo che lo ha tormentato. “Sono stato male in questi mesi – ha spiegato il cantante a Barbara D’Urso – Mi sentivo osservato e non ero a mio agio”.

Per fortuna, al suo fianco, in questo periodo tremendo, c’è sempre stato il suo fidanzato Sirio che, per fare a Carta una sorpresa, gli ha scritto una lettera: “Non abbiamo vissuto un periodo semplice e spero di essere stato all’altezza delle tue necessità – ha scritto – In un lampo, con il peggiorare della malattia di mio padre, tutto è cambiato e sei riuscito ad accantonare le tue preoccupazioni, perché ero io a quel punto ad avere bisogno di te”. Continua a leggere dopo la foto








“E tu ci sei stato – recita la lettera di Sirio – Abbiamo superato ostacoli importanti, a volte cadendo, ma non mollando mai. E siamo ancora qui”. Marco Carta si è commosso dopo aver ascoltato ciò che il suo fidanzato aveva da dirgli. E con quelle lacrime si è sciolta anche la tensione che era stata accumulata in questi mesi tremendi. “C’è stata anche la morte del padre in questi mesi – ha spiegato – Ho concentrato tutte le mie forze su di lui”. Continua a leggere dopo la foto






E ha aggiunto: “Non l’ho mai detto e non l’avrei mai detto. Dedico questa sentenza a Sirio, alla mia famiglia e agli amici veri, che sono pochi”. Ora che la sua vicenda giudiziaria è conclusa, Marco Carta tira un sospiro di sollievo e può tornare a vivere e a dedicarsi a ciò che ama. Alla fine della puntata di Live – Non è la D’Urso, l’ex concorrente di Amici di Maria De Filippi, ha condiviso coi suoi follower, un pensiero su Instagram. Un pensiero bello e commovente. Continua a leggere dopo la foto



 


“E con oggi si chiude DEFINITIVAMENTE un periodo cosí così.. Oggi da Barbara ammetto che mi è venuto l’occhio lucido ma quando si parla d’amore divento un gigione… Ripeto, grazie #WorldPaper, a tutta la mia famiglia e a Ufi… Ora la musica parlerà per me. Spazio alle emozioni. Ps: mi sto influenzando, mi sono messo il fazzoletto ad anello da toro.

“Per te”. Caterina Balivo, il gesto in diretta dopo l’assoluzione di Marco Carta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it