Isabella Ferrari parla della sua malattia rara e di quello che le ha fatto passare


Isabella Ferrari è una bravissima e bellissima attrice italiana, che ha però fatto i conti con periodi sicuramente non eccezionali da un punto di vista fisico a causa di una malattia. In un’intervista rilasciata a ‘Vanity Fair’ la donna ha innanzitutto parlato della sua età, che non la preoccupa minimamente: “Che bisogno c’era, direbbe qualcuna. La mia risposta è semplice: a 55 anni non ho nessuna intenzione di nascondermi in casa. Non riesco proprio a sentirmi vecchia, anzi, mi sento completamente in pista, nel mondo, con la voglia di essere nuda, amata, desiderata. E di amare e di desiderare”.

Poi è arrivato il momento di soffermarsi sul male che recentemente l’ha colpita e la 55enne ha preferito non nominare il suo nome: “Una notte, era il 2 giugno, mi ricoverano in un ospedale vicino a casa, a Roma. Lì incontro il medico più importante per me. La diagnosi che fa non è per niente buona. Mi perdoni, ma non farò il nome di questa malattia rara perché appena l’hanno fatto a me sono andata su Internet, ho digitato la patologia e mi sono spaventata”. (Continua dopo la foto)






“Insomma, il medico suggerisce una terapia importante e pericolosa, qualcosa che poteva funzionare solo in una percentuale di casi”, ha proseguito la Ferrari. Che ha aggiunto: “Io decido di non farla e parto per Pantelleria. Ero lucidissima, quell’estate, per via delle dosi di cortisone. Dipingevo, mi sentivo molto illuminata e ogni tanto provavo a preparare al peggio i miei figli”. Poi è arrivata nuovamente improvvisa la doccia gelata. (Continua dopo la foto)








“Poi la situazione peggiora, mi riportano a Roma d’urgenza e inizio la terapia. Ogni mattina, per due anni, sono andata in quell’ospedale. E quando non potevo muovermi, dal letto alla struttura chiamavo i miei figli via Skype per restare ancorata a loro e alla vita. Piano piano, un passo alla volta, ce l’abbiamo fatta”, ha confidato con soddisfazione Isabella. (Continua dopo la foto)

La malattia paradossalmente è stata utile per comprendere un aspetto fondamentale: “La recente malattia, però, mi ha fatto capire che non devi avere paura di morire. Perché è la paura di vivere a fregarti. Solo quella. Soltanto quella”, ha dichiarato la moglie del regista e sceneggiatore Renato De Maria. Ed a travolgerla è stata anche un’altra batosta: “Subito dopo l’uscita di Sapore di mare ho conosciuto la depressione. Non ero pronta a quel successo. Quando scendevo per strada, tutti mi chiamavano Selvaggia. Una volta entrai in una chiesa di Roma ed il giorno dopo uscirono le foto su un giornale scandalistico travisando le mie intenzioni. Ero una bambina. Una bambina travolta dal successo”.

“Lo voglio”. Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser: così, dal nulla, è lei a comunicarlo

 

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it