“Non riesco a smettere di piangere”. Alessia Marcuzzi, il post da pelle d’oca e quella dedica speciale


L’amicizia profonda tra Alessia Marcuzzi a Elena Santarelli è nota alla schiera dei follower che hanno avuto modo di vederle affiatate in diverse occasioni. Lo scorso anno, durante la battaglia di Giacomo contro il tumore al cervello, Alessia era stata in visita all’ospedale pediatrico Bambin Gesù di Roma insieme all’amica. La foto pubblicata sui social aveva fatto il giro del web: Alessia, Elena e una piccola paziente in braccio.

“Oggi è venuta a trovarci un’amica speciale @alessiamarcuzzi nel reparto di oncologia ed oncoematologia. – aveva scritto la Santarelli – Abbiamo iniziato questo percorso verso la guarigione fatto di piccoli passi e grandi traguardi, quindi ogni tanto entriamo ed usciamo dall’ @ospedalepediatricobambinogesu carichi di energia e super positivi. In braccio a me c’è una piccola guerriera… e come lei ce ne sono tanti altri coccolati dalle loro famiglie”. (Continua a leggere dopo la foto)









”Ne approfitto per ringraziare la dottoressa Mastronuzzi e le infermiere ,angeli custodi in grado di curare e proteggere i nostri figli con la massima professionalità.” aveva concluso la mamma di Giacomo. La conduttrice dell’Isola, invece, ha scritto “Grazie amica mia @elenasantarelli per avermi fatto conoscere cosi’ tante belle persone oggi all’ @ospedalepediatricobambinogesu. È stato emozionante condividere qualche momento con i bambini del reparto di oncologia e oncoematologia, con le loro famiglie e con i meravigliosi angeli che si prendono cura di loro (in parte con noi in questa foto). E tu sei una guerriera vera amica mia, e Jack un portento. Ti voglio bene”. (Continua a leggere dopo la foto)






Da quella vista è passato un anno e mezzo e Giacomo, dopo una dura battaglia, sta bene. Elena Santarelli ha voluto raccontare questa terribile esperienza in un libro ”Una mamma lo sa”, i cui proventi andranno al Progetto Heal, una onlus fondata dai familiari di bambini colpiti da tumori celebrali. L’obiettivo è quello di comprare un simulatore per la neurochirurgia pediatrica. “Non riesco a smettere di piangere”, così Alessia Marcuzzi ha raccontato sui social l’emozione vissuta nel leggere il libro dell’amica Elena Santarelli. La presentatrice de Le Iene ha pubblicato un toccante post su Instagram per sostenere la Santarelli dopo l’uscita della biografia, che racconta la scoperta e la cura della malattia del figlio Giacomo. (Continua a leggere dopo la foto)



 

Visualizza questo post su Instagram

 

“Siamo tutti fenomeni a dire la nostra, a dare giudizi, fino a quando non arriva l’interrogazione a sorpresa. E’ come quando la professoressa ti chiama alla lavagna, ma tu non hai studiato e non hai la minima idea di cosa cavolo dire: tutti noi, come genitori, siamo chiamati a scrivere il tema della nostra vita e quando ti arriva la diagnosi di una malattia grave per tuo figlio e’ il momento dell’interrogazione a sorpresa, dello schiaffo in faccia, del pugno nello stomaco.” Inizia cosi’ il tuo libro @elenasantarelli ed io non riesco a smettere di piangere. Perche’ tu sei una donna incredibile, coraggiosa e piena di amore, e quello che ho visto di te soprattutto nel periodo piu’ brutto e difficile della tua vita, e’ uno degli insegnamenti piu’ grandi che io abbia mai potuto ricevere. Ti ringrazio per averci ricordato che una mamma lo sa, ti ringrazio per aver dato comunque tanto amore a tutte le persone che ti circondano senza mai far sentire nessuno in difficolta’, ti ringrazio per averci regalato una lezione di vita incredibile: il coraggio, sempre, e la tua dignita’, anche quando dentro c’era un pugno nello stomaco che non ti faceva respirare. Adesso prova a cercare di nuovo un po’ di leggerezza dentro di te, ne hai bisogno….lasciati accarezzare leonessa e goditi il tuoi cuccioli meravigliosi. Ti vogliamo tutti tanto bene. ❤️ Tutti i ricavati di questo libro andranno interamente al @progettoheal e serviranno per la ricerca neuro oncologica pediatrica. #unamammalosa

Un post condiviso da Alessia Marcuzzi (@alessiamarcuzzi) in data:

 

“Tu sei una donna incredibile, coraggiosa e piena di amore, e quello che ho visto di te soprattutto nel periodo più brutto e difficile della tua vita, è uno degli insegnamenti più grandi che io abbia mai potuto ricevere. Ti ringrazio per averci ricordato che una mamma lo sa, ti ringrazio per aver dato comunque tanto amore a tutte le persone che ti circondano senza mai far sentire nessuno in difficoltà, ti ringrazio per averci regalato una lezione di vita incredibile: il coraggio, sempre, e la tua dignità, anche quando dentro c’era un pugno nello stomaco che non ti faceva respirare”.

 

Claudio Lippi aggredito in strada. Aveva rimproverato un ragazzo che gettava una cartaccia per terra: come sta

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it