Pamela Prati si è inventata la storia del padre: ecco chi era (davvero)


L’ultima bugia di Pamela Prati è stata svelata da Chi di Alfonso Signorini. Questa volta nessun matrimonio finto, nessuna Donna Pamela, nessuna Eliana Michelazzo. Tantomeno i ‘figli’ Rebecca e Sebastian. In questo caso c’entra il padre della showgirl sarda, Paolo Cantara. La Prati, di lui, infatti disse che “era un ballerino di flamenco spagnolo”. Ma non sarebbe vero. Ed è bastato poco per scoprire la verità. I giornalisti di ”Chi” sono arrivati in Sardegna, a Ozieri (Sassari), paese natio della Prati (all’anagrafe Paola Pireddu) per indagare sulla sua famiglia.

E la versione dei fatti che Pamela Prati ha sempre raccontato non corrisponderebbe alla realtà. Insomma, dopo il finto matrimonio con l’imprenditore Mark Caltagirone, l’adozione di Sebastian e Rebecca e tutto quello che poi ne è scaturito, un’altra bugia sarebbe venuta a galla. A smentire il racconto della Prati è stato Antonio Farina, ex macellaio della showgirl. (Continua a leggere dopo la foto)



“Un giorno – racconta Farina al settimanale – eravamo andati insieme (col padre di Pamela, ndr) a caccia al cinghiale e parlammo proprio di questo. Io avevo saputo questa cosa e gli dico ma dai, Piscittu, allora sei esperto di flamenco? E la sua unica risposta fu: Ma che, manco conosco il tango…”. Un’altra menzogna che creerà ulteriore imbarazzi alla Prati in questo momento, per lei, davvero difficile. Perché la showgirl avrebbe dovuto inventare questa storia sul padre? A rispondere è sempre il signor Farina: “Perché suonava esotico, perché era una bella fantasia”. (Continua a leggere dopo la foto)


Secondo il racconto degli abitanti di Ozieri il padre di Pamela Prati era un vero e proprio latin lover. “Comunque, Pamela era bella, – ha raccontato un suo compaesano – anche se rispetto alle sue sorelle sembrava il brutto anatroccolo. Il padre, Paolo Cantara, quello che le ha lasciate, aveva tre ‘concubine’. In paese lo chiamavano Piscittu Murtu, ‘Pescetto morto’, per antifrasi: era un po’ il Rocco Siffredi di Ozieri. E ha fatto solo figlie bellissime”. Insomma, un’altra bugia smentita proprio da chi il padre di Pamela lo conosce molto bene. Durante la visita nel paese sassarese i gioranlisti hanno parlato anche con alcuni suoi coetanei ed ecco cosa hanno raccontato. (Continua a leggere dopo la foto)


 

”Pamela? Ma che Pamela! Paola, Paola Pireddu. Paola aveva già una bellissima presenza anche da ragazza, ma noi, i suoi coetanei, la vedevamo come inarrivabile: sembrava già predestinata al successo. Noi siamo più piccoli, non c’eravamo quando Pamela e le sue sorelle ogni tanto venivano a lavorare da mio padre Domenico (al bar a pulire, ndr). La loro era una famiglia umile, con tanti fratelli, ma molto dignitosa. Però quando se n’era già andata e le sue foto sono uscite su Playboy, la madre e il padrino si sono precipitati a comprare tutte le riviste presenti nelle edicole del paese. Noi siamo dovuti andare fino a Chilivani per riuscire a trovarlo, perché a Ozieri non c’era più una copia che fosse una”.

Taylor Mega svela la cifra che guadagna per ogni post-pubblicità sui social