Sara Tommasi, che sia la volta buona? La showgirl si lascia alle spalle i porno con Andrea Diprè e si ricicla così… Ecco la sua nuova avventura che la porta in giro per l’Italia


 

Sembra proprio che questa volta abbia deciso di cambiare vita per davvero. Sara Tommasi diventa imprenditrice. E riparte dai dolci. La showgirl con un passato pieno di scandali, tra porno, droga e video con Andrea Dipré, ha deciso di ricominciare da un lavoro solido: quello dell’azienda di famiglia che, nella natìa Umbria, produce dolci. 

(Continua dopo la foto)








A riportare la notizia è Il Giorno: “Sara Tommasi non si arrende. Dopo aver chiuso definitivamente con il passato turbolento, ha iniziato ad impegnarsi con tanta passione e forza di volontà per una suo completo reinserimento nella quotidianità. Di recente ha tenuto a battesimo un locale a Lograto (Brescia) ed ora ha scelto nuovamente la provincia di Brescia per promuovere i dolci prodotti dalla stessa Tommasi con la sua famiglia in terra umbra. I prodotti a marchio “Bha Lab” saranno infatti degustabili in esclusiva all’Esso caffè di via Orzinuovi 34 a Lograto, il locale di cui proprio qualche settimana fa Sara Tommasi festeggiava l’inaugurazione con più di 1.000 persone. 

(Continua dopo la foto)





“Sono felice che Sara abbia scelto di proporre la degustazione dei suoi prodotti dolciari esclusivamente nel mio locale, conosco da tempo la famiglia e quando mi è stato proposto ho accettato con sincero entusiasmo di collaborare con loro”, ha commentato il titolare Fabrizio Catelli. E ha aggiunto: “Visto il grande successo ottenuto nel giorno del taglio del nastro, riproporremo nelle prossime settimane una serata in compagnia di Sara Tommasi dove il tema della serata saranno la Birra ed i dolci; non mancheranno ancora un volta le consumazioni a prezzo popolare, la beneficenza ed i premi per i clienti”, conclude Il Giorno. 

(Continua dopo la foto)


L’ultima polemica in cui era stata coinvolta risale a gennaio. Come ricorda Il fatto quotidiano, allora l’ex soubrette si era vista negare la possibilità di fare del bene. “Non la vogliamo la tua beneficenza, visto che ti chiami Sara Tommasi”. Era stata invitata a Lograto (Brescia), nella Bassa padana, come ospite d’onore per l’inaugurazione di un locale allestito nella stazione Esso. E per l’occasione aveva pensato di donare buona parte del suo cachet sia alla Mamré, che si occupa di disabili, minori e anziani (una comunità, fondata da don Pierino Ferrari, tutta femminile che “nella consacrazione a Dio e ai fratelli si impegna a vivere il battesimo e a testimoniare la cresima in uno stato di vita laicale”), che alla Caritas territoriale. Ma entrambe hanno rispedito al mittente la sua proposta. “Non siamo contrari all’iniziativa in sé, ma l’evento non si confà agli obiettivi del nostro progetto – hanno detto dalla Mamré -. È una questione di contesto e di opportunità. Apprezziamo l’intento, ma abbiamo deciso di non accettare l’offerta”. Ha rifiutato anche la Caritas amministrata da don Biagio Fontana. 

 

Dalle stelle alle stalle (si fa per dire). Dopo la rovinosa caduta, Sara Tommasi si rialza e lo fa con molta umiltà. Ecco il nuovo lavoro della showgirl (e sul web l’ironia la fa da padrona)

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it