Anche voi ricordate Charlotte Casiraghi così, stilosa e sempre impeccabile? Non siete aggiornati, quei tempi sono lontani ormai: ecco che ‘fine’ ha fatto la principessa. E col suo compagno italiano… Beh, le cose stanno così


 

Charlotte Casiraghi è una meraviglia. Lo è sempre stata, anche perché, signori, diciamo la verità, la genetica non è una sciocchezza. Praticamente identica a mamma Carolina, a ogni evento mondano cattura gli sguardi di tutti, sempre impeccabile ed elegantissima. Dopo aver chiuso la storia con Gad Elmaleh da cui ha avuto un figlio, Raphael, oggi la rampolla è legata a Lamberto Sanfelice, regista italiano.

(Continua a leggere dopo la foto)



E tra loro le cose sembrano andare proprio a gonfie vele, tanto che lei, come scrive il settimanale Chi con tanto di foto, ha lasciato Parigi per trasferirsi con il suo nuovo compagno a Roma. La coppia, si legge sulla rivista diretta da Alfonso Signorini, ha preso casa ai Parioli, uno dei quartieri più ‘in’ della Capitale. Con sé, ovvio, ha portato anche il figlioletto che compirà 3 anni a dicembre.

E come mostrano gli scatti esclusivi pubblicati su Chi, la principessa sembra essersi già ambientata a Roma. È stata sorpresa mentre, al mercato con il bimbo nel passeggino, gira tra le bancarelle, sorride e annusa anche un vasetto di menta. Insomma, bellezza e fascino a parte, sembra una ragazza come tante altre. Sembrano lontani anni luce i tempi in cui appariva sfavillante al tradizionale Ballo della Croce Rossa. Ora, secondo quanto si è appreso, Charlotte conduce una vita semplice e frequenta gli amici del regista, che oramai sono diventati anche i suoi. Inseparabili da ottobre scorso, galeotto fu il matrimonio del fratello di lei, Pierre, con Beatrice Borromeo. I conti sono presto fatti: sembra destino che nella famiglia dei Casiraghi l’amore sia tutto italiano.

 

A giudicare dal modo in cui lo bacia (appassionatamente e sotto gli occhi di tutti), è evidente: lei ha perso la testa e anche il controllo… Strano vederla così: in genere è sempre sobria ma ora…