Marco Borriello, bagno super-hot a Ibiza. Si gira e… cosa gli capita sotto gli occhi


In forma, sorridente e in buona compagnia. Il settimanale Chi pubblica in esclusiva, nel numero in edicola da mercoledì 8 agosto, le immagini della “dolce vita” di Marco Borriello a Ibiza, dove ormai si trova da qualche mese. L’attaccante, che attualmente è senza ingaggio, ha dichiarato: “Mi sto tenendo in forma e aspetto la proposta giusta”. E intanto il settimanale lo fotografa in mare con un trio di ragazze bellissime e dedite al topless. Lui si gira e… zac. Il reggiseno vola e due delle tre ragazze si mostrano come mamma le ha fatte. Il calciatore ha festeggiato il suo 36esimo compleanno a Ibiza insieme a una folta cerchia di amici e amiche. Dopo la risoluzione del contratto con la Spal, è in cerca di una squadra. Intanto si gode la vita da playboy sull’isola delle Baleari, nella bellissima Villa Margherita, insieme alle tre procaci amiche, e sembra allontanare da sé la tensione causata dalla prospettiva di dover vedere l’apertura del campionato di serie A da casa piuttosto che dal campo.



L’ultima ad essere ammaliata dal calciatore è stata Stefania Seimur. In esclusiva sul settimanale “Chi” erano apparse le immagini dell’attaccante con la bella showgirl, già conosciuta al pubblico come la dea bendata al “Grand Hotel Chiambretti”. I due erano stati fotografati in teneri atteggiamenti e poi a casa del calciatore della Spal proprio a Ibiza. Ma da giugno tutto tace, Stefania è scomparsa e al suo posto sono arrivate tre sexy ragazze a rallegrare l’umore del calciatore. (Continua a leggere dopo la foto)


E se il lato divertimento è al top, lo stesso non si può dire per quello lavorativo. A fine campionato la Spal lo ha svincolato ed è ancora alla ricerca di una squadra. ”La stagione era iniziata bene, – ha raccontato Borriello qualche settimana fa a La Gazzetta dello sport – Ferrara è una grande piazza, c’è entusiasmo. Purtroppo ho avuto difficoltà tecniche, la Spal giocava troppo lontano dalla porta. Però con me la squadra ha disputato le migliori partite e spesso ha fatto punti”. (Continua a leggere dopo le foto)


 


”Il 10 dicembre in casa contro il Verona fui sostituito sullo 02, lo stadio mi fischiò, io ci restai male e replicai con un applauso sarcastico. Lì ci furono i primi screzi. Mi sarei aspettato conforto e fiducia da allenatore e dirigenti e invece Semplici mi mise da parte. E poi, prima di Natale, mi infortunai al polpaccio. Dopo la sosta iniziai la preparazione, ma sentii subito una fitta nello stesso punto. Così cominciò il calvario”. Poi i problemi con l’allenatore e, infine, la risoluzione del contratto avvenuta il 5 luglio.