“Al tuo matrimonio non inviti proprio me?”. Nozze reali, alla cerimonia manca un nome fondamentale e la diretta interessata va su tutte le furie: “Harry e Meghan, vi ricordate cosa è successo?”


 

Sta diventando una questione di Stato il matrimonio tra Meghan Markle e il principe Harry, come se non dovesse esserlo in effetti, ma la cosa sta sfuggendo particolarmente di mano a livello internazionale e politico. “Non prenderla come una cosa personale”, questo sembra aver detto la famiglia reale a Michelle Obama. Eh sì, perché sembra che l’ex first lady degli Stati Uniti D’America abbia svolto un ruolo importante nella storia d’amore tra Meghan e Harry: secondo quanto dichiarato da alcune fonti, infatti, Michelle avrebbe aiutato i due a conoscersi. Pochi giorni fa è arrivata la notizia secondo la quale al Royal Wedding non saranno presenti gli Obama, pur essendo amici di lunga data della coppia. Le fonti hanno rivelato che Meghan e Harry avrebbero voluto invitare Barack e Michelle, ma “non hanno potuto, dovevano evitare incomprensioni diplomatiche”. Infatti Meghan e Harry, non si trovano in ottimi rapporti con il presidente americano Donald Trump: non lo hanno invitato alle nozze e, di conseguenza, hanno dovuto escludere dalla cerimonia anche la famiglia Obama. Un portavoce di Kensington Palace ha dichiarato: “È stato deciso che una lista di leader politici – sia inglesi che internazionali – per il matrimonio di Harry e Meghan non fosse necessaria. Il governo di Sua Maestà è stato consultato per questa decisione, che è stata presa dalla Famiglia Reale”. Ma pochi giorni fa è arrivata la notizia secondo la quale al Royal Wedding non sarà presente alcun politico, nemmeno gli Obama, che sono amici della coppia da tempo. (Continua dopo la foto)








Harry e Obama sono molto vicini, era parso più che normale ipotizzare la sua presenza al matrimonio, ma la cosa non sarebbe andata giù a “The Donald”, che a un anno e mezzo dall’insediamento alla Casa Bianca non è ancora stato invitato da Sua Maestà per visitare il regno. Così, senza troppe polemiche e con buona pace di tutti, i due resteranno a casa. Stessa sorte per la premier britannica Theresa May, “Che non aspettava un invito”, ha fatto sapere il suo portavoce. “È stato deciso che per il matrimonio del principe Harry e Ms. Meghan Markle non è richiesta una lista di leader politici”, hanno avvertito da Kensington Palace. Una scelta in linea con il ruolo del principe, che nonostante il clamore mediatico delle nozze resta un cadetto, senza possibilità (né ambizioni) di arrivare al trono. Mancheranno anche, e questa è la vera rivoluzione, molti regnanti e rampolli europei, a meno che non abbiano un rapporto di vicinanza o amicizia con la coppia. (Continua dopo le foto)








 


Niente politica e poca ufficialità, insomma, elementi confermati soprattutto da chi, invece, ha ricevuto l’invito. Persone comuni, come Philip Gillespie, 30 anni, che ha perso una gamba in Afghanistan e ora lavora per una charity, o Rosie Ginday, chef fondatrice dell’azienda Miss Macaron, che dà possibilità di lavoro a persone disagiate. Ci saranno anche la dodicenne Amelia Thompson, ferita nell’attentato alla Manchester Arena di un anno fa, e Zoe Arundell, che i futuri sposi hanno conosciuto durante il loro recente viaggio a Manchester. Zoe lavora per una charity e il principe l’ha definita “Un modello” per il suo lavoro con i ragazzi. La rivoluzione di Harry e Meghan parte da qui. Cos’altro vedremo il 19 maggio?

Ti potrebbe anche interessare: “Meghan Markle nuda, ecco le foto”. Disastro a corte: le immagini (privatissime) dovevano rimanere segrete. E invece escono a pochissimo dalle nozze con Harry. Imbarazzo totale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it