Ladro ucciso in casa dal 65enne, la polemica si fa (ancora) più forte: ecco chi era il delinquente freddato dal pensionato


 

Era stato espulso due anni fa il ladro ucciso nella notte tra lunedì e martedì in una villetta di Vaprio D’Adda (Milano). Arrivato in Italia nel 2012 con numerosi precendenti penali, il giovane, un albanese di 22 anni è stato freddato con un proiettile al cuore mentre si trovava sulle scale esterne dell’abitazione e non era ancora entrato dentro casa. Un particolare emerso dalle indagini dei carabinieri coordinate dal procuratore aggiunto di Milano Alberto Nobili e dal pm Antonio Pastore. Pastore che, questa mattina, ha condotto l’interrogatorio di Ignazio Sicignano, l’uomo indagato per omicidio volontario che si è presentato in Procura accompagnato dal figlio e dal suo difensore. «Per ora preferisco non rilasciare dichiarazioni – ha spiegato ai cronisti prima di entrare nell’ ufficio del pm – ci sono indagini in corso».







Ti potrebbe interessare anche: 17enne sgozzato e crocifisso “per amore”, il killer stava per ammazzarne un altro. I dettagli choc sul giovane albanese

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@caffeinamagazine.it