30mila euro al mese di mantenimento non le bastano. Così l’ex moglie di un attore, molto vip, batte cassa (dice lei) per il bene della figlia: “Ha nove anni e ha bisogno di viaggiare”. Voi che ne pensate?


 

Trentamila euro al mese di mantenimento non bastano. Almeno per Katie Holmes, che ha chiesto a Tom Cruise di aumentare la cifra che l’attore versa all’ex moglie dopo il divorzio, avvenuto tre anni fa. L’attrice, nota per aver interpretato Joey nella serie Dawson’s Creek, lo ha fatto per il bene della piccola Suri, almeno così sembra.

(Continua a leggere dopo la foto)




Con quei soldi vorrebbe far viaggiare la bimba, che ha ormai nove anni, soprattutto in un periodo in cui la sua carriera non sembra brillare particolarmente. Lavorativamente parlando, infatti, l’attrice non è comparsa in nessun film o serie tv di successo. Diversa la situazione di Cruise, che ha appena indossato per l’ennesima volta i panni di Ethan Hunt in un nuovo capitolo della saga di “Mission: Impossible” e che avrebbe in cassaforte un patrimonio stimato in almeno trecento milioni di dollari.

Nel chiedere una cifra più alta all’ex marito, secondo quel che racconta il Belfast Telegraph, pare che la Holmes abbia messo l’accento sul fatto che la piccola Suri vive con la mamma. Sembra che la richiesta scritta sia già stata recapitata a casa Cruise. A dar man forte all’attrice c’è suo papà, Marton, di professione avvocato.

Come in uno dei suoi film. Precipita l’aereo della troupe di Tom Cruise. Così l’attore ha rischiato grosso…