La decisione (drastica) di Kate e William ha deluso tanta gente. Ma è inutile pregarli, non torneranno indietro…


 

“Ogni bambino, indipendentemente dal proprio futuro ruolo pubblico, merita una sicura, felice e privata infanzia. E ogni genitore dovrebbe capire il profondo disagio al solo pensiero di essere stati pedinati e osservati”. Queste le parole di William e Kate che, tramite una lettera, spiegano a sudditi e media perché a partire dal primo novembre per una diametro di 2,5 chilometri quadrati non sarà più possibile sorvolare nei cieli sopra Anmer Hall a Sandringham, la residenza dei Duchi che si trova nel Norfolk.

(Continua a leggere dopo la foto)




Marito e moglie hanno sempre ribadito l’importanza della privacy per i propri figli, i principi George e Charlotte, per tutelarne l’infanzia da vivere in maniera quanto più possibile normale. Si tratta di una decisione presa dal dipartimento dei Trasporti britannico dopo la denuncia di questa estate del segretario Jason Knauf contro i paparazzi che si stavano avvicinando troppo all’abitazione privata per catturare immagini dei piccoli reali.

Prima dell’arrivo della giovane coppia lo stesso divieto di volo scattava ogni anno dal primo dicembre al 10 marzo, in occasione delle festività natalizie, quando spesso membri della famiglia reale si trovavano nella villa. Adesso il divieto varrà durante tutto l’anno, fatta eccezione per i velivoli pilotati da appartenenti alla casa reale e da velivoli per emergenze.

Al battesimo di Charlotte, Pippa ha fatto una ”scelta” (e ha scatenato gossip e malelingue). L’avete notata?