Questo Fabrizio Corona non si è mai visto: ecco come passa le sue giornate in comunità


 

In carcere gli avevano diagnosticato una forma di depressione, così qualche mese fa Fabrizio Corona era stato affidato alla comunità Exodus di Don Manzi. Adesso i giorni dell’ex re dei gossip non sono più fatti di riflettori, feste e riviste patinate, ma segue i ritmi di un normale lavoratore nella sede staccata del centro a Gallarate dove sono ospitati una trentina di rifugiati nigeriani sfuggiti agli orrori degli estremisti di Boko Haram. Il settimanale Chi lo ha fotografato in un attimo della sua nuova vita…

(continua dopo la foto)



Aiutare i rifugiati durante le lezioni di informatica, servire i pasti a tavola e lavare i piatti: sono questi i compiti principali di Corona che, per la sua buona condotta, sta lasciando soddisfatti molti, a cominciare da Don Manzi. “Ammetto che Fabrizio si sta comportando bene – dice il sacerdote a Chi -Rispetta gli orari e gli obblighi previsti dal suo protocollo all’interno della comunità. Non si lamenta quando deve pulire i bagni o cucinare per tutti. Soprattutto mi stupisce la sua ubbidienza. Quando parlo, quando mi arrabbio, lui ubbidisce. Comunque oggi Corona è felice. Credo che gli manchi l’amore, una donna, una ragazza».

Ti potrebbe interessare anche: ”Fabrizio è malato, deve stare molto attento”: parole di quell’amico (tanto scomodo) di Corona…