“Guardate che ho, altro che imbottitura nelle mutande…”. La parentesi più trash del momento è servita. Lui, il fisicato e tatuato che abbiamo conosciuto in un recente reality, va oltre ogni pudore (e forma) e ‘sbatte’ sui social la sua foto


 

L’uomo del bar. Quello che “se te pijo te smonto” (gergo romano per sottolineare gli esiti nefasti post colluttazione per l’avversario). Quello che “al governo so tutti ladri” e che “’sti immigrati so troppi mandiamoli a casa loro”. Nessuno forse in questo momento nessuno merita la corona di re del trash come il buon Federico Rossi, il palestratissimo ex concorrente di Flight 616 che la scorsa estate conquistò Mediaset grazie al programma di Paola Barale. Federico, diventato idolo dei social per i suoi modi schietti (a volte anche troppo) e il suo fisico che farebbe ricredere Policleto anche stavolta non si è smentito sparando a zero contro chi si spiegava il gonfiore nelle sue mutande come la carica elettrica del neutrino e, neanche a dirlo è stata valanga di like. “Come promesso ieri è ora di zittire tutti gli ignoranti, gli invidiosi e i pezzenti che parlano da ben 3/4 anni senza avere idea delle puttanate che dicono! – scrive – Il cazzo grosso o lungo che sia o entrambi, o ce l’hai e ringrazi madre natura o non ce l’hai, quando sento dire frasi come: ti gonfi sopra e si ritira sotto”. (Continua dopo la foto)



Poi lo sfogo continua: “Mi domando come nel 2017 ancora ci siano ritardati/e che realmente credono possibile questa cosa, ma fate sul serio??? Non avrei mai pensato di arrivare a fare un post del genere e non è assolutamente per fare il fenomeno ma semplicemente perché non tollero più gli imbecilli, perciò ora veniamo a me che dopo tutti questi anni è ora di parlare chiaro: fin da piccolo l’ho sempre tenuto più “nascosto” possibile sia in spiaggia che nelle foto perché non mi è piaciuto che si vedesse in maniera spropositata ma sapete cosa vi dico, che sentirsi dire ogni giorno, grosso grosso ma senza cazzo, ti gonfi sopra per compensare sotto e altre minchiate simili, quando so bene cos’ho in mezzo alle gambe”. (Continua dopo le foto)


 


 

 

Per concludere: “Dopo un po’ da proprio fastidio quindi è ora di mettere in mostra ciò che mamma si è impegnata tanto a donarmi, se vi piace il black jack sappiate che il punteggio più alto è 21 e io ho una discreta confidenza con questo numero!!! Come detto appunto ieri, qua pretendo il like di chiunque, il motivo è semplice: sei un palestrato? Bene, sto difendendo la nostra categoria! Sei una donna? Bene, devi apprezzare per forza! Sei una di quelle merde che ha sempre fatto commenti del cazzo? Bene, AMMETTI DI ESSERE UN COGLIONE!!! Scusate il papiro ma non ne potevo più -> buongiorno buona vita e soprattutto oggi più che mai attaccatevi a sto CAZZO”. Ipse dixit.

“Che schifo, ma quello è un pene!”. Choc in metropolitana: i passeggeri salgono a bordo e si trovano davanti un sedile “a luci rosse” sul quale nessuno ha il coraggio di sedersi